Il Coronavirus torna a Torre del Greco:
tra i nuovi positivi anche i già guariti

Domenica 17 Maggio 2020 di Francesca Mari

Nuovi contagi da Covid-19 cominciano ad estendersi a macchia d'olio in provincia dopo settimane in cui non si erano registrati nuovi positivi e, sebbene i numeri siano alquanto esigui, torna la paura e si teme un effetto domino. Non è ancora chiaro se i nuovi contagi siano la conseguenza dello sblocco del lockdown lo scorso 4 maggio, che ha comunque favorito un allentamento del rispetto delle regole e incontenibili assembramenti soprattutto di ragazzini, o del rientro in Campania dal Nord. Ma ciò che preoccupa è che in alcuni casi si tratti di contagi per familiari di guariti da Covid o, addirittura, di pazienti dichiarati guariti e tornati positivi. A Torre del Greco, il Comune vesuviano che più ha pagato lo scotto dell'epidemia con 94 contagiati totali finora e 20 deceduti, ieri è stato registrato un nuovo caso che aggiungendosi a quello di venerdì porta a due il conteggio della nuova ondata. Proprio mentre si aspettava di arrivare al «contagio zero» con la guarigione dell'ultimo paziente della precedente catena di trasmissioni, guarito proprio ieri.

LEGGI ANCHE Circumvesuviana, sindaci in rivolta: «No al treno dei bagnanti»

IL MISTERO
Il nuovo contagio riguarda una 58enne maestra, asintomatica e in isolamento domiciliare. Resta un mistero come la donna abbia contratto il virus, dato che non fa parte dei nuclei familiari interessati al contagio della precedente ondata ma l'amministrazione e l'Asl stanno cercando di ricostruire la catena di contatti e capire, soprattutto, se la figlia della maestra sia tornata dalla Francia, dove vive, in questi giorni senza darne comunicazione. Desta preoccupazioni anche il nuovo contagio registrato venerdì, che riguarda la figlia di un paziente 90enne di via Cimaglia dichiarato guarito e dimesso dal Cotugno nei giorni scorsi. Come ha contratto il virus la donna se il padre è risultato negativo ai tamponi? La donna è asintomatica e in isolamento domiciliare con la famiglia: come mai è stata sottoposta a tampone? «L'Asl sta facendo dei test a campione dice il sindaco Giovanni Palomba sui familiari dei Covid guariti e tra questi è risultata positiva la signora. Non ci spieghiamo come abbia contratto il virus, i casi sono due: o il risultato è sbagliato o il paziente non è guarito. Per quanto riguarda il nuovo contagio stiamo cercando di capire se ci sia qualche responsabilità di rientri dal Nord o dall'estero senza comunicazione. Nel nostro elenco di circa 1700 persone rientrate non risultano familiari della donna. Se sono state omesse comunicazioni, in generale, procederemo con denunce». Anche a Castellammare in due giorni, tra giovedì e venerdì, si sono registrati tre nuovi casi dopo settimane di tregua: due donne di 54 e 40 anni e un operatore sanitario di 34 anni. Anche nel caso del sanitario, infermiere all'ospedale di Nocera, si tratta di una recidiva dopo la guarigione. In Penisola venerdì due nuovi casi, padre e figlio residenti a Bonea non legati ai casi della precedente ondata, hanno fatto tornare la paura dopo una fase di tranquillità. A San Giorgio a Cremano tre gli attuali positivi, fin dalla prima settimana di maggio. Ad Ercolano un nuovo contagio mercoledì e a Torre Annunziata un nuovo positivo si è martedì, un operatore sanitario asintomatico e in isolamento domiciliare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA