Sorrento, corso per 50 nuovi avvistatori di delfini nell'area marina di Punta Campanella: «Formiamo esperti»

Sorrento, corso per 50 nuovi avvistatori di delfini nell'area marina di Punta Campanella: «Formiamo esperti»
Martedì 27 Settembre 2022, 16:33
3 Minuti di Lettura

A.A.A avvistatori di delfini cercasi. A Sorrento sono aperte le iscrizioni a dei corsi, gratuiti, che hanno proprio la finalità di formare cinquanta dolphin watchers. Le lezioni, teoriche e soprattutto pratiche, si terranno dal 3 al 5 novembre nell'area marina protetta (Amp) di Punta Campanella, uno dei luoghi più incontaminati della penisola sorrentina.

«L'obiettivo è formare figure professionali in grado di promuovere attività di avvistamento cetacei», dicono gli organizzatori dell'Amp, spiegando che i corsi sono rivolti «alle imprese della pesca professionale, agli operatori del settore del turismo nautico e subacqueo, alle associazioni ambientaliste, ai citizen scientist, ai volontari del Servizio Civile e ai Centri subacquei».

«Vogliamo formare figure specializzate nelle tecniche di avvistamento e riconoscimento dei delfini», continuano, «persone in grado di promuovere e gestire attività di Dolphin watching nell'area a cavallo tra i due golfi di Napoli e Salerno, zona particolarmente frequentata dai cetacei».

L'iniziativa rientra nelle attività di Life Delfi, il progetto cofinanziato dalla Comunità Europea che mette insieme enti di ricerca, università, associazioni e aree marine protette tra cui, appunto, Punta Campanella.

Dalla biologia ed etologia dei delfini, alle minacce e allo stato di conservazione di questi magnifici cetacei. Grande spazio, naturalmente, alle tecniche di riconoscimento, avvistamento, di fotografia e alle buone pratiche per gestire in maniera sostenibile un'attività di Dolphin watching.

Saranno affrontati anche temi di carattere veterinario, come la valutazione visiva dello stato di salute dei cetacei e cenni sul primo soccorso dei delfini impigliati in attrezzi da pesca. «Il nostro obiettivo principale è tutelare questa magnifica specie e allo stesso tempo salvaguardare la piccola pesca artigianale e locale», dice Lucio Cacace, presidente Amp Punta Campanella.

Video

«Questo corso offre una nuova possibilità per i pescatori e gli operatori del mare della costiera che potranno creare anche un'attività economica e turistica sostenibile. Il fatto che il corso sia gratuito rappresenta un'occasione da non perdere per chi vive e ama il nostro mare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA