La Corte dei Conti: «Pensioni di invalidità, in Campania una su tre è irregolare»

Nel corso del 2014, in seguito ai controlli effettuati, sono emerse, in Campania, 5543 posizioni di invalidità civile irregolari su 18.846 controlli. Lo ha detto il procuratore generale della Corte dei Conti della Campania, Tommaso Cottone, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. In base alle verifiche, ha detto Cottone, sono state revocate le prestazioni pensionistiche ed è stata avviata l'azione di recupero delle somme erogate.



La Campania «è una realtà complessa e contraddittoria che presenta due facce contrapposte che inducono a ritenere che si sia in presenza non di un soggetto ma di due soggetti distinti di due diverse regioni». È quanto ha scritto il procuratore all'inaugurazione del'anno giudiziario. Per Cottone ad una preoccupante manifestazione «di illegalità diffusa» si contrappone «un'altra faccia che presenta invece e in progressione costante, forme di virtuosità di rilevante interesse; segnale che, nelle varie articolazioni amministrative, sono in atto processi di riqualificazione della spesa pubblica, di lotta agli sprechi, di moralizzazione della politica, della volontà di uscire dalle emergenze».



Nella relazione del procuratore generale della Corte dei Conti della Campania, Tommaso Cottone, «c'è il riconoscimento di un dato di fatto». È quanto ritiene il presidente della Giunta regionale della Campania, Stefano Caldoro che, parlando con i giornalisti a margine della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario, ha ricordato «che la Campania è diventata la regione virtuosa che sta cambiando le cose». Per Caldoro, però il «tema dei diritti costituzionali è essenziale perché una cosa è la regolarità e l'equilibrio di bilancio però poi dobbiamo lavorare per la crescita».
Sabato 7 Marzo 2015, 11:52 - Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 12:51



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2015-03-08 20:37:00
E chi indaga sulla Corte dei Conti? Mi piacerebbe sapere se qualcuno si sia mai presa la briga di controllare i controllori: quando prendono di stipendio? e di pensione? e quali sono le loro competenze? La mia impressione è che queste persone stanno la soltanto per motivi politici.... basta vedere lo spot che hanno fatto a Caldoro.... bisogna essere veramente in malafede per dire che Caldoro ha risanato la Sanità in Campania anche perché raggiungere quel risultato come ha fatto lui ossia azzerando servizi a favore dei cittadini lasciando intatti privilegi e sprechi ci poteva riuscire chiunque. I risultati vanno giudicati anche in relazione a quanto un servizio è migliorato e in questo senso il risultato di Caldoro è ZERO!!!!!!!!!! Grazie Corte dei Conti!!!
2015-03-08 12:37:00
Voto di scambio Dietro alle pensioni di invalidità irregolari c'è sempre la longa manus dei politici locali. Sempre.
2015-03-08 12:25:00
solito ritornello e già Caldoro ha salvato la sanità noi cittadini no. Caldoro dalle nostre tasche ha preso i soldi per la sanità mica li ha messi lui o ha saputo giostrare col bilancio o eliminare gli sprechi tra ospedali o ridurre i grandi primari. no noi abbiamo pagato e continuiamo a pagare una pessima sanità ad onorari d'oro, noi da ottobre a dicembre abbiamo pagato tutto perche esauriti i fondi. Caldoro quando sarà stato malato avrà certamente avuto il suo medico a c asa e gratis ma la vogliamo finire con questo autoreferenzialismo. I parrucconi lodano Caldoro, caldoro i parrucconi, basta tutti via siete solo incapaci pagati a peso d'oro
2015-03-08 12:09:00
I virtuosismi lessicali della Corte Regionale Una pensione d'invalidità su tre è irregolare! Una considerazione improria e furviante, perchè è riferita soltanto ai casi controllati e non a tutte le pensioni. Poi, cosa vuol dire irregolare? In burocratese può voler dire che, forse, manca in alcuni casi qualche timbro, qualche firma, qualche riferimento a Leggi precedenti, qualche verbale parzialmente errato, e via dicendo... La Corte non ha detto che erano false, come io ritengo, tutt'altro. Anzi, ha tenuto a precisare che Caldoro sta operando bene e che la Campana è sulla strada buona per diventare una Regione dal comportamento probo e corretto. Grazie a Caldoro. Insomma, uno spot pubblicitario bello e buono, di provenienza istituzionale, per la gioia dell'effimero ed ineffabile presidente, che prontamente ne approfittta e ringrazia. Lo spot quotidiano per caldoro, impanato e cotto, è bello e servito!
2015-03-08 09:31:00
invece ! Le lauree sono fasulle due su tre mi creda corte !!

QUICKMAP