Così Apple fa sognare Napoli. De Luca, prime dichiarazioni sulla location

Giovedì 21 Gennaio 2016

La Apple fa sognare Napoli. «Si tratta di una grande opportunità per la città, di un investimento significativo, in un tipo d'industria avanzata che potrà portare a Napoli 600 posti di lavoro». Così il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca, ha risposto ai giornalisti sull'annuncio del premier Renzi dell'apertura di un centro Apple a Napoli. «Si tratta - ha aggiunto De Luca - di un altro intervento significativo del governo».  Per il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca la sede del centro di ricerca annunciato dall'Apple a Napoli potrebbe essere nell'area di Bagnoli. Lo ha detto rispondendo ad una domanda di un giornalista. «Non è da escludere - ha detto De Luca - anche se l'Apple potrebbe collocarsi anche in altre aree della città. Questo dovrà deciderlo soprattutto l'azienda». Quanto ad un possibile incontro con il Ceo di Apple Tim Cook, il presidente della Campania ha escluso che possa avvenire domani. «Non credo - ha detto - ma quando l'investimento sarà più definito nel merito dovremo certamente incontrarci».

«Apple sappia che troverà da parte dell'amministrazione comunale di Napoli grande disponibilità per l'attuazione di questo grande progetto» ha subito dichiarato l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Enrico Panini.

«Apple ha scelto Napoli ed io, da imprenditore e da napoletano, non posso che dirmi orgoglioso di questa scelta non casuale. La società leader nel campo dell'innovazione, riconosciuta in tutto il mondo come simbolo dell'eccellenza in capo tecnologico, ha deciso di aprire il suo primo centro di sviluppo App d'Europa proprio nella nostra città. Segno evidente che Napoli ce la può fare e che fare impresa qui è possibile. Proprio come proviamo a dimostrarlo noi con la Atitech, eccellenza napoletana che rappresenta un polo internazionale delle manutenzioni aeronautiche». Lo ha scritto sul suo blog Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco a Napoli. «È davvero un investimento importante: bene, #avanticosì. È la conferma che la città può e deve essere inserita in una strategia economica nazionale ed internazionale e non essere condannata all'isolamento. Abbiamo cultura e preparazione per essere la Capitale digitale del Mezzogiorno e per creare un ciclo virtuoso che porti lavoro per i giovani», il commento su Fb da parte di Antonio Bassolino, in corsa per le primarie del controsinistra.

«L'apertura a Napoli del primo centro di sviluppo app europeo di Apple, ci conferma che in Campania, come nel resto del Sud, è vincente puntare su politiche industriali che premino alta tecnologia, ricerca e innovazione»: lo ha dichiarato la deputata del Pd Valeria Valente, componente dell'Ufficio di Presidenza della Camera. «Un segnale che, insieme con l'annuncio dei progetti Cisco per Scampia, sottolinea un ritrovato interesse degli investitori internazionali per il Mezzogiorno, che va sostenuto e favorito con politiche adeguate e finalizzate alla creazione di nuovi posti di lavori, prima di tutto per i giovani e per le donne». «Esprimiamo grande soddisfazione per le decisioni d'investimento di Apple e Cisco annunciate in conferenza stampa da Matteo Renzi». Così, in una nota, Venanzio Carpentieri, segretario del Partito Democratico di Napoli e Salvatore Salzano, responsabile del forum sviluppo, innovazione ed attività produttive del PD Napoli. 

Ultimo aggiornamento: 19:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA