«Costruiamo il futuro»: nasce
il comitato civico Per Napoli

«Lavorare Per Napoli. Questa è l'ambizione su cui intendiamo chiamare a discutere persone di generazioni differenti, impegnate nel mondo della politica, dell'economia, della cultura, del lavoro educativo e sociale, dei mestieri e nell'attività ordinaria di studio e di lavoro. Il momento è opportuno per promuovere un confronto teso a costruire il futuro della nostra città». Inizia così il manifesto che vede tra i firmatari Marco Rossi Doria, Francesco Marone, Gennaro Marasca, Marco Demarco, Armida Filippelli, Marco Sarracino, Isaia Sales, Michele Mezza, Berardino Impegno, Luciano Brancaccio, Cesare Moreno, Ernesto Paolozzi, e Giovanna Borrello e che darà il via a un percorso di riflessioni sulla città con un orientamento di centrosinistra domani pomeriggio a «Il pozzo e il pendolo» in Piazza San Domenico Maggiore a Napoli.

L'incontro, informano i promotori, servirà a lanciare il primo comitato civico di resistenza «Per Napoli». «Sentiamo l'urgenza - si legge nel documento - di interconnettere le intelligenze, le visioni e le prospettive delle diverse esperienze napoletane, per dare forza alle molte energie che Napoli esprime e per reagire ai tanti fattori di crisi che vive ogni giorno. È evidente la necessità di discutere per ricostruire una prospettiva, mettendo in rete le tante riflessioni "per la resistenza", ma anche per una riscossa testimoniata dalle manifestazioni di Roma e Torino, richiamando molteplici solitudini ad un nuovo impegno partecipativo che guardi a come potrà essere Napoli tra vent'anni».
Giovedì 13 Dicembre 2018, 20:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP