Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Covid in Campania, il ministero corregge i dati: Il Mattino lo aveva scoperto il 17 maggio

Martedì 15 Giugno 2021 di Gianni Molinari
La pagina del Mattino del 17 maggio 2021

Dopo quasi un mese dalla scoperta fatta dal Mattino lo scorso 17 maggio di quasi 50mila campani che avevano avuto il Covid tra ottobre e dicembre ed erano ancora registrati come malati, il ministero della Salute nella sua comunicazione quotidiana sulla pandemia, ha finalmente corretto il dato.

Con oggi, grazie a questa correzione, gli attualmente positivi italiani (cioè i malati ricoverati in ospedale e quelli in isolamento domiciliare) sono diminuiti di un terzo (da 157.790 di ieri a 105.906 di oggi), quelli campani  da quasi 60mila di ieri a 11mila di oggi. 

C'è voluto un mese, nessuna risposta ufficiale del ministero per ammettere questo errore, che non ha inciso sul calcolo degli indici sul colore della regione, ma che dimostra l'approssimazione con cui si gestisce la comunicazione sulla malattia. 

Nelle note del bollettino ufficiale è scritto che in Campania, «a seguito delle periodiche verifiche, si è riscontrato un disallineamento che, dopo un accurato e dettagliato controllo da parte delle Asl, ha evidenziato 48.078 soggetti ancora riportati erroneamente in isolamento domiciliare e che, pertanto, sono stati assegnati alla categoria guariti. 

Video

Per la precisione le Asl campane hanno tenuto sempre corretta la contabilità e solo in quella del ministero che è stata errata per mesi.

Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 07:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA