Vaccini ai bambini 5-11 anni, in Campania si parte subito nelle scuole-pilota

Domenica 12 Dicembre 2021 di Ettore Mautone
Vaccini ai bambini 5-11 anni, in Campania si parte subito nelle scuole-pilota

Vaccinazioni ai piccoli: scalda i motori, in Campania, la macchina per le somministrazioni. Il V-day è fissato per il 16 dicembre, giornata che sarà esclusivamente dedicata alle immunizzazioni dei bambini dai 5 agli 11 anni. In pista ci saranno 500 pediatri di famiglia (che hanno siglato venerdì un accordo ad hoc con la Regione) insieme ai centri vaccinali dell’infanzia (attivi in tutti i distretti delle Asl) a cui vanno aggiunti alcuni hub e le scuole. Le Asl decideranno tra oggi e domani la rete definitiva dei plessi prescelti in base al fabbisogno e alla disponibilità di sufficienti aree esterne. La rete potrà essere eventualmente allargata a partire dal 22 dicembre (quando inizierà la pausa natalizia delle lezioni in classe). Per ora la quota di bambini che, tramite i genitori, si sono fatti avanti con una prenotazione sul portale regionale (https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino) non superano le 3 mila unità ma le adesioni non sono vincolanti, non vi sarà bisogno di prenotazioni e basterà presentarsi nei punti vaccinali dedicati dove è stata prevista una netta separazione tra i percorsi. 

I vaccini Pfizer per i bambini da 5 a 11 anni arriveranno in Campania il 15 dicembre: una consegna speciale, circa 130 mila dosi, allestite in 12 mila fiale da 1 millilitro da cui sarà possibile estrarre 10 dosi da 0,1 millilitro, un terzo del dosaggio rispervato ai grandi. 

Video


Napoli

A Napoli città sono almeno due gli istituti scolastici selezionati: di certo ci sarà il Vittorino da Feltre di San Giovanni a Teduccio a est mentre a ovest sono in ballottaggio due o tre plessi tra cui la Kennedy. Sarà poi attivo l’hub della Mostra d’Oltremare (dalle 9 alle 18) con un allestimento e un intrattenimento speciale dedicato e un servizio con psicologi. Stessi orari nei centri vaccinali pediatrici dei 10 distretti sanitari. In funzione, sia giovedì 16 che il successivo venerdì, il centro vaccinale di Capri, dedicato in questi giorni solo ai piccoli. Nel prosieguo venerdì 17 la Mostra dedicherà alcune ore, dalle 14 alle 17. Nei distretti si andrà avanti dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 14. A dare man forte arriveranno i pediatri di base che potranno vaccinare negli studi oppure nei distretti e negli hub. Anche nella Asl Napoli 3 sud la rete è organizzata con percorsi separati e un sistema a fisarmonica. La rete conta su 26 punti vaccinali, due per ognuno dei 13 distretti di base, nell’ambito delle aree materno-infantili. «Siamo l’unica Asl in Campania ad aver raggiunto il target del 95 per cento della platea per le vaccinazioni obbligatorie dell’infanzia - avverte il direttore sanitario Gaetano D’Onofrio - e la mattina e tutti i pomeriggi affiancheremo anche le vaccinazioni antiCovid». Il giorno 16 ci sarà in campo anche un plesso scolastico dotato di spazi e una palestra, a Pomigliano. Altri sette istituti, dove già sono stati organizzati i tamponi per i bambini, potranno entrare nella partita dal 22. Un analogo sistema è previsto nella Asl Napoli 2 nord con scuole individuate a Ischia, a Pozzuoli e a Giugliano. 

Caserta e Avellino

Due punti vaccinali pediatrici della Asl di Caserta: il centro commerciale Medì di Teverola e Iperion. «Al momento - spiega il manager - le preadesioni sono meno di 500 su 63 mila ragazzi da vaccinare, molto poche ma contiamo sul lavoro di persuasione dei pediatri e dei dipartimenti infantili dei distretti. Lavoreranno tutti i pomeriggi per 4 ore, il sabato dalle 8 alle 20 e tutte le domeniche mattina». Anche la Asl di Avellino punta su 18 centri vaccinali allestiti nei distretti sanitari e il 16 dicembre saranno coinvolte anche 3 scuole ad Avellino, Ariano e Montoro. I pediatri di base potranno scegliere se vaccinare negli hub o nei loro studi con la terza opzione di effettuare almeno la registrazione dei bambini sul portale regionale.  

Salerno e Benevento 

Saranno due, il 16 e il 17, a Salerno le giornate dedicate alle immunizzazioni dei piccoli: impegnata almeno una struttura per ciascun distretto con l’aggiunta di alcune scuole da scegliere tra quelle che si sono offerte. Anche qui i bambini iscritti in piattaforma sono pochi, meno di 600. «Abbiamo bisogno del ruolo di sensibilizzazione nelle scuole - sottolinea il manager Mario Iervolino -. Il 16 esauriremo tutti quieti che si sono già iscritti. Se servirà utilizzeremo anche gli hub». Infine Benevento dove sarà impiegato l’hub Ponte Valentino già utilizzato da Confindustria per le vaccinazioni delle imprese del Sannio. La struttura ha una superficie di mille metri quadri, è dotata di otto box vaccinali e cinque postazioni per l’anamnesi e una capacità che a pieno regime può arrivare a somministrare oltre 700 vaccini al giorno. 

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 08:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA