Covid e fuga dei cervelli, la storia di Umberto: «Via dall'Italia per poter lavorare»

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Emma Onorato
Foto di Umberto D'Andrea

L'attuale momento di crisi ha segnato il nostro paese con delle cicatrici profonde; inevitabilmente gli effetti della pandemia hanno avuto serie ripercussioni anche sul mercato del lavoro. A subire il contraccolpo della crisi dettata dal coronavirus, rientrano anche tutti quei giovani che da poco si sono introdotti nel circuito lavorativo. Umberto D'Andrea è un giovane 29enne napoletano che si è visto costretto a cambiare paese e trasferirsi...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
Ultimo aggiornamento: 6 Maggio, 08:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA