Covid, false mascherine per bambini: il deposito scoperto nel Vesuviano

Giovedì 24 Settembre 2020

Servizi di controllo del territorio disposti dai carabinieri del comando provinciale di napoli nei territori di Terzigno e Boscoreale. I militari della compagnia di Torre Annunziata hanno setacciato le strade dei due Comuni eseguendo perquisizioni su tutto il territorio.

A Terzigno, denunciata per contraffazione una 70enne del posto. I carabinieri hanno controllato un deposito in via Zabatta intestato alla donna. Considerevole il bottino rinvenuto e sequestrato la notte prima della riapertura delle scuole: 2mila capi di abbigliamento contraffatti per bambini e quasi 7mila mascherine - non a norma e con marchi palesemente falsi - destinati ai più piccini.

A Boscoreale i carabinieri della sezione radiomobile e della locale stazione – insieme ai vigili del fuoco – hanno rinvenuto e sequestrato 2 bilancini di precisione, del materiale per il confezionamento della droga, 11 proiettili ed un bossolo cal. 9x21 Luger e 600 grammi di marijuana. Di questi, 400 grammi erano già suddivisi in dosi e pronti alla vendita. Era tutto nascosto nelle aiuole pubbliche di via settetermini ed è stato utilizzato un escavatore tra le abitazioni presenti. I servizi continueranno nei prossimi giorni.


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA