Napoli, l'ordinanza anti Covid per le feste: 31 strade della movida a rischio chiusura. Il testo completo e la mappa dei percorsi

Venerdì 17 Dicembre 2021 di Paola Perez
Napoli, l'ordinanza anti Covid per le feste: 31 strade della movida a rischio chiusura. Il testo completo e la mappa dei percorsi

Dal 22 dicembre al 1° gennaio divieto di assembramenti nelle strade della movida, nei giorni 24 e 31 dicembre restrizioni sulla vendita di bevande. Lo dispone un'ordinanza del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi. E, in caso di eccessivo caos, 31 strade e piazze di Chiaia e del centro storico potrebbero essere temporaneamente chiuse finché non vengano  ripristinati i livelli di sicurezza dal contagio Covid. La stesura del piano straordinario di controllo è stata avviata nel corso di un vertice in Prefettura.

«A decorrere dal 23 dicembre 2021 e fino al 1 gennaio 2022 - si legge nel provvedimento - laddove l'Autorità di Pubblica Sicurezza ravvisi in dette strade il verificarsi di assembramenti in contrasto con le misure di prevenzione della diffusione del contagio da Covid-19» scatta «l'interdizione delle stesse per il tempo strettamente necessario a ripristinare le condizioni di sicurezza, fatta sempre salva la possibilità di accesso e deflusso alle abitazioni private». QUI il testo completo dell'ordinanza. 

Sono 31 i percorsi ad alto rischio, tra centro antico e Chiaia, che potrebbero essere temporanemente chiusi nel caso si verificasse sovraffollamento. Questo l'elenco: via Alabardieri; via C. Poerio; vico Satriano; vico Belledonne a Chiaia; vicoletto Belledonne; via Cavallerizza; via Bisignano; piazzetta Rodinò; via Ferrigni; via Fiorelli; vico dei Sospiri; vico II Alabardieri; piazza Bellini; via Santa Maria di Costantinopoli; via Port’Alba;  via San Sebastiano;  via San Pietro a Majella; piazza Miraglia; piazzetta Nilo; piazza San Domenico Maggiore; via G. Paladino; via Mezzocannone; piazza San Giovanni Maggiore a Pignatelli; via De Marinis; via San Giovanni Maggiore a Pignatelli; via F. S. Gargiulo; via Candelora; largo Baracche; vico Lungo Teatro Nuovo; vico Figurelle a Monte Calvario; vico Due Porte a Toledo.

Video

«Nei giorni 24 e 31 dicembre 2021 ai bar e agli altri esercizi di ristorazione delle suindicate aree - si legge ancora nell'ordinanza - divieto di vendita - anche al banco e ai tavoli all'aperto - di bevande in contenitori di vetro (sia bottiglie sia bicchieri), plastica rigida, lattine, tetrapak o qualsiasi altro materiale rigido, consentendone la commercializzazione solo in bicchieri di plastica leggera o carta». Ogni trasgressione sarà punita con multe da 25 a 500 euro. Si raccomanda inoltre «a tutti i cittadini di osservare comportamenti responsabili, ispirati al principio della massima cautela e prudenza, osservando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e dell’uso della mascherina». 

In mattinata si è tenuta una riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduta dal Prefetto di Napoli, Claudio Palomba, con la partecipazione del Questore, Alessandro Giuliano, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Enrico Scandone, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Gabriele Failla, dell’Assessore alla Polizia Municipale e alla Legalità del Comune di Napoli, Antonio De Iesu, del Comandante della Polizia Municipale Ciro Esposito e del Comandante della Polizia Metropolitana Lucia Rea. Nel corso del vertice è stata condivisa la necessità di adottare, per le festività natalizie, un piano dei controlli per il rispetto delle disposizioni in materia di contenimento della pandemia.

Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre, 19:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA