Covid a Torre Annunziata, la polizia interrompe la festa di compleanno di «Papusciello»

Mercoledì 17 Febbraio 2021 di Dario Sautto
Covid a Torre Annunziata, la polizia interrompe la festa di compleanno di «Papusciello»

Torre Annunziata. Torta, bomboniere, segnaposto e una cinquantina di invitati. Era tutto perfetto per la festa di compleanno di Antonio Gemignani, oggi 43 anni, noto a Torre Annunziata e sul web con il soprannome «Papusciello» e autore di decine di video trash diventati virali.

Controlli anti-Covid nel Napoletano, chiusi due bar tra assembramenti e clienti senza mascherina


Il blitz della polizia, però, ha fermato i festeggiamenti e sono scattate le sanzioni per una cinquantina di persone, tra cui lo stesso Papusciello e il titolare di un noto locale di via Vittorio Veneto a Torre Annunziata, che adesso rischia la chiusura per cinque giorni.

A «tradire» Papusciello sono stati i tantissimi video pubblicati in diretta dai suoi invitati sul social TikTok e portati all'attenzione dei poliziotti del commissariato di Torre Annunziata, che sono intervenuti agli ordini del dirigente Claudio De Salvo e hanno identificato e multato tutti i presenti per le violazioni alle norme anti-Covid. Tra l'altro, Torre Annunziata è uno dei Comuni più colpiti dai contagi in questo periodo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA