Ctp senza stipendi: bus fermi nei depositi e servizio sospeso

Sabato 4 Luglio 2020 di Pasquale Guardascione

Bus della Ctp fermi in deposito questa mattina e servizio quasi del tutto assente. Nessun mezzo uscito dal deposito di Arzano e appena il 10% da quelli di Pozzuoli e Teverola. Il motivo è legato alla mancata corresponsione degli stipendi di giugno il cui pagamento era previsto per il 27 del mese scorso. Ieri tra l'altro i sindacati hanno già annunciato quattro ore di sciopero il prossimo 13 luglio. 

«Purtroppo gli appelli fatti alla Città Metropolitana di Napoli sono rimasti inascoltati - ha dichiarato Pierino Ferraiuolo, segretario regionale Uil Trasporti - Da stamattina il servizio Ctp è pressoché tutto fermo e le responsabilità sono da addebitare tutte all’ente di piazza Matteotti. È da anni che annunciano lo sblocco delle indicizzazioni senza mai essere consequenziali, motivo per il quale Ctp rischia la continuità aziendale così come, ad oggi, non c’è alcuna previsione per il pagamento delle retribuzioni ai lavoratori. Anche ieri durante la riunione in Prefettura, abbiamo indicato come soluzione rapida al pagamento degli stipendi, l’attivazione dell’intervento sostitutivo retributivo da parte di Città Metropolitana nei confronti dei dipendenti Ctp, percorso assolutamente legittimo e già avviato nei mesi scorsi per altra società del trasporto pubblico locale. È paradossale come Città Metropolitana, con la sua partecipata, non intervenga in tal senso, mettendo in difficolta lavoratori, azienda e utenti che non riescono a fruire di un servizio decorso. Ora basta, intervenga direttamente il sindaco De Magistris mettendo fine a tutto questo che dura, ormai, da troppo tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA