Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Processo per la morte di Davide Bifolco, carabiniere condannato a 4 anni e 4 mesi |Video

Giovedì 21 Aprile 2016 di Viviana Lanza
Processo per la morte di Davide Bifolco, carabiniere condannato a 4 anni e 4 mesi |Video

E' stato condannato a 4 anni e quattro mesi, un anno in più rispetto alla richiesta del pm, il carabiniere accusato della morte di Davide Bifolco per il reato di omicidio colposo. Una sentenza che segna la fine del processo sulla morte del 16enne del rione Traiano ucciso a settembre di due anni fa da un proiettile partito dalla pistola del militare che lo stava inseguendo.
 



Il carabiniere ha ottenuto anche come pena accessoria cinque anni di interdizione dai pubblici uffici. A firmare la sentenza il giudice Ludovica Mancini. La condanna, come detto, è andata oltre la richiesta del pubblico ministero Manuela Persico che aveva chiesto per l'imputato tre anni e quattro mesi. Il padre e un fratello di Davide Bifolco hanno assistito in aula alla lettura del dispositivo.

L'avvocato Fabio Anselmo, legale dei Bifolco, ha commentato:
«Posso dichiararmi soddisfatto, è stata riconosciuta una condanna severa per un omicidio colposo. C'è da parte della famiglia insoddisfazione per la qualità delle indagini. Questo caso meritava una istruttoria più approfondita». Il penalista che assiste i familiari di Bifolco aveva sostenuto la tesi dell'omicidio volontario. Tra novanta giorni saranno rese note le motivazioni.

L'udienza si è svolta a porte chiuse, con ingresso consentito ai solo genitori del ragazzo ucciso. Sotto processo c'era il carabiniere accusato di aver fatto partire il colpo accidentalmente. Un'accusa che i familiari di Bufolco hanno sempre contestato sostenendo l'omicidio volontario.

Si temevano tensioni visto da Rione Traiano è partito un corteo, di 150 manifestanti, arrivato al centro direzionale, in piazza Cenni, davanti al tribunale. In testa al corteo la madre del ragazzo ucciso, Flora, e i suoi amici. «Giustizia per Davide», lo slogan scandito dai manifestanti.



 

Ultimo aggiornamento: 18:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento