Disagi sul fronte dei collegamenti marittimi tra Capri e Napoli

di Mariano Della Corte

Capri. E' iniziato ieri sera il weekend all'insegna delle difficoltà nei collegamenti marittimi con la terraferma. Il primo disagio è stato quello espresso da un gruppo di isolani e pendolari che dovevano partire con l'aliscafo delle 16.30 ai quali è stato negato il biglietto, per mancanza di posti disponibili. Il gruppo, così, ha protestato verbalmente alla biglietteria per poi recarsi presso la Capitaneria di Porto di Capri a segnalare l'accaduto e ritirare i moduli utili a presentare esposto contro le compagnie di navigazione che avevano bigliettato con molto anticipo ai gruppi, senza attendere l'orario stabilito per la partenza. Il gruppetto di capresi e pendolari, tra cui alcuni che dovevano raggiungere l'aeroporto di Napoli ed altri professionisti che quotidianamente sbarcano a Capri per lavoro, che non erano riusciti a partire con l'aliscafo delle 16.30, si sono poi imbarcati sulla nave lenta delle 17.40 per raggiungere Napoli.

Stamattina altri disagi quando alla prima partenza da Capri della nave lenta Caremar “Driade” è stato comunicato comunicato che le corse del maxi traghetto venivano annullate a causa di un guasto che si era verificato a bordo. A proseguire i collegamenti con Napoli nel frattempo hanno provveduto gli aliscafi e la nave veloce. Dopo i dovuti controlli la compagnia Caremar ha comunicato che l'attività della nave lenta riprenderà regolarmente alle 17.40 di oggi. I passeggeri che venerdì hanno ritirato i moduli per presentare l'esposto contro le compagnie di navigazione, hanno dichiarato che proseguiranno la querelle nei prossimi gironi, al loro rientro, presentando negli uffici competenti la loro denuncia.
Sabato 19 Gennaio 2019, 16:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP