La dj napoletana De Luca arrestata a Chicago: «In una cella gelata per 22 ore»

di Attilio Iannuzzo

48
  • 9539
È il racconto di Deborah de Luca, deejay napoletana di fama internazionale. Una disavventura con ammissione di colpa da parte dell’artista napoletana. Il concerto previsto per venerdì a Chicago scorso non si è tenuto più. La deejay De Luca ha provato a partire col visto turistico nonostante servisse quello per lavoro: «Non volevo deludere i miei fan rinunciando alla serata», ha dichiarato.
 

Sui social si giustifica e chiarisce l’accaduto: «Sono giunta a Chicago e dopo poco sono stata fermata dalla polizia, ed è iniziato il mio calvario. Ho usato il visto turistico anziché quello previsto per lavoro e ammetto la mia colpa». Un’ammissione di colpa che però non giustifica il trattamento riservato alla deejay: «Un poliziotto – racconta Deborah – mi ha detto: “Ti daremo una stanza dove riposare prima del tuo prossimo volo». Mi sono sentita alleviata, ma non è andata così. In realtà la stanza che mi avevano promesso era una cella di detenzione, per 22 ore mi hanno tenuto dentro. Era una cella frigorifero. In quelle stanze si appendono le carni congelate. In realtà non riesco nemmeno a spiegare il freddo che ho provato, ho persino avuto la febbre molto alta. Mi hanno tolto le scarpe, avevo solo jeans e una canotta, nemmeno una giacca». Un racconto straziante. L’artista non ha potuto neanche avvertire i suoi familiari, e solo oggi ha rassicurato i suoi seguaci: «Ciò a cui tenevo era chiedere scusa ai miei fan».
Martedì 23 Luglio 2019, 13:41 - Ultimo aggiornamento: 24 Luglio, 12:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 48 commenti presenti
2019-07-25 18:01:13
In America Gli illegali si rimandono indietro e subito non come in italia che li avete ad ogni angolo di strada a spacciare droga rubare e violentare le donne, alla tipa del Video spero che il Presidente della repubblica italiana di fara' una bella cazziata tu a casa degli altri a lavorare in nero non ci devi andare piu' devi pagare le tasse ed avere il diritto di Lavorare in terre straniere devi fare una application tramite Ambasciata American e USCHI Immigration office! e nomini Pure a Mr' Trump? ma chi sei? ma come ti permetti? anzi spero che non ti faranno mai entrare Negli USA neanche come turista. La prossima volta impari, Vergognati!
2019-07-25 11:50:05
Un video per cercare approvazione, invece è stata na granda figur e m...
2019-07-25 11:45:10
Aaaaaaa....ancora a parlare di questa state???
2019-07-25 08:17:53
cara dj ho letto un po tutti i commenti non ne hai uno a favore ti sei messa nella gogna mediatica da sola come dicono gli altri mi associo le leggi vanno rispettate e quindi in america se ci vai per lavoro lo devi dichiarare una cosa che non approvo e che qualcuno abbia associato il tuo errore al fatto di essere napoletana e quindi volevi eludere le tasse evitare i controlli quando sbaglia un settentrionale va tutto bn se sbaglio un napoletano è di proposito e solo questo che non condivido
2019-07-24 16:55:23
Fai ricorso alla corte europea x il risarcimento come fanno gli extracomunitari che si sentono stretti nelle nostre carceri ( paragonati alle celle di lusso nei loro paesi ) ...

QUICKMAP