SERGIO MATTARELLA

Caivano, don Maurizio e i ragazzi del parco Verde ricevuti da Mattarella

Martedì 21 Settembre 2021 di Elena Petruccelli
Caivano, don Maurizio e i ragazzi del parco Verde ricevuti da Mattarella

Un giorno speciale per una rappresentanza di ragazzi del parco Verde di Caivano che, accompagnati dal loro parroco, don Maurizio Patriciello, sono stati ricevuti dal presidente Sergio Mattarella. Adriano Police, ventunenne da sempre impegnato nel volontariato nel quartiere, accanto ai più piccoli e con tante iniziative di solidarietà, racconta in un post la sua esperienza: «Quante notti in bianco passate ad aspettare e sognare ad occhi aperti, sognare di varcare quelle porte e fare uno di quei discorsi da film Hollywoodiani. Quelli che danno inizio alla rinascita di un qualcosa, di un posto, di una persona. Oggi questo mio piccolo sogno è diventato realtà, ho avuto la possibilità ed il grande onore di rappresentare il mio quartiere davanti alla prima carica dello Stato italiano».

Video

Adriano spiega i disagi che vivono i ragazz e chiede la possibilità di avere un aiuto: «Ho raccontato al Presidente quanto è difficile vivere a casa nostra, che i ragazzi come noi per emergere devono fare 1000 e non 100 come tutti gli altri. Al Presidente ho detto che nasciamo ultimi, perdenti, nasciamo già sconfitti, già affranti. Combattere la cattiveria e l’ignoranza delle persone non è mai semplice. Noi non vogliamo essere né primi né ultimi, vogliamo semplicemente avere le stesse possibilità di chiunque altro. Non chiediamo l’impossibile, ma ciò che è nostro , ciò che ci appartiene. Anche perché con tutte le difficoltà che ha casa nostra, ovunque andremo saremo sempre fieri di appartenere a quel quartiere, di difenderlo e di curarlo, perché lì abbiamo vissuto i ricordi più belli, più intensi. Ma ora come ora, abbiamo bisogno d’aiuto, abbiamo bisogno di emergere e di salvaguardare il salvabil». Infine un ringraziamento a padre Maurizio, parroco di San Paolo Apostolo, che segue questi giovani da quando sono nati: «Un grazie speciale a padre Maurizio Patriciello che come sempre mi regala opportunità incredibili. Porterò nel cuore questo giorno e le parole che il Presidente mi ha rivolto. Continuiamo a diffondere speranza, ad alimentarla, curarla , difenderla. Ovunque e per chiunque». Nel 2016 la prima visita al Quirinale del parroco che da sempre è portavoce delle problematiche della Terra dei Fuochi, questa volta ha portato insieme a lui un gruppo di bambini e giovani del parco verde, che hanno descritto al Presidente la loro realtà. 

Ultimo aggiornamento: 21:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA