Napoli, due infermiere aggredite dai familiari di una paziente al Cardarelli

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Melina Chiapparino
Napoli, due infermiere aggredite dai familiari di una paziente al Cardarelli

Due infermiere sono state aggredite ieri sera, all'ospedale Cardarelli. Le sanitarie stavano prestando servizio all'interno del padiglione A, nel reparto di "Terza Chirurgia" dove stavano sottoponendo a terapia alcuni ricoverati. Entrambe le infermiere hanno riferito di essere state aggredite prima verbalmente e poi fisicamente per aver sollecitato un parente di una ricoverata ad allontanarsi al fine di consentire la somministrazione della terapia ad una paziente.

Le donne che in seguito all'aggressione, sono state assistite al pronto soccorso dell'ospedale, hanno raccontato di essere state strattonati e spintonate dalla paziente e da suo marito. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine che hanno verbalizzato l'accaduto e ciascuna infermiera è stata refertati con 2 giorni di prognosi sebbene per motivi diversi. Una donna ha accusato un forte stato di ansia reattiva, la collega ha avuto una contusione addominale. 

«Il sindacato Cobas Cardarelli esprime massima solidarietà alle colleghe aggredite in corsia, durante l’esercizio delle loro funzioni-afferma Antonio Di Nardo - è l'undicesimo episodio di aggressione avvenuto al Cardarelli dal’ inizio dell’anno 2020, perciò invitiamo l’utenza a collaborare con il personale sanitario che con grande spirito di abnegazione cerca di svolgere il proprio lavoro nel migliore dei modi possibili per garantire l’assistenza». «La violenza non porta alla risoluzione dei problemi, che vanno affrontati con serenità e collaborazione da parte di tutti, compreso il mondo istituzionale » conclude la nota sindacale Cobas. 

Ultimo aggiornamento: 20:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA