La manifestazione a un mese dalla morte di Elvira Zibra: «Non vogliamo vendetta, ma non perdoneremo mai»

La manifestazione a un mese dalla morte di Elvira Zibra: «Non vogliamo vendetta, ma non perdoneremo mai»
Martedì 4 Ottobre 2022, 18:29
3 Minuti di Lettura

È trascorso poco più di un mese dalla notte in cui Elvira Zibra fu travolta e uccisa da un pirata della strada mentre attraversava in via Caracciolo. Parenti e amici hanno manifestato di nuovo sul luogo dell’incidente, omaggiando la trentaseienne scomparsa, portandole dei fiori e chiedendo giustizia per due morti: quella della ragazza e quella antecedente di suo fratello Mustafha, anch’egli ucciso da un pirata della strada. Il consigliere regionale di Europa verde, Francesco Emilio Borrelli, ha riportato la manifestazione sui suoi canali social.

«I commercianti ci stanno dando una grossa mano e lo apprezziamo tantissimo - racconta Alba, la madre dei due ragazzi vittime di criminali stradali - Io ora devo occuparmi anche dei figli di Mustafha e non ho mezzi di sostentamento. La situazione è difficile. L’amministrazione comunale finora non ci ha dato alcun supporto e, a otto mesi di distanza, ancora non abbiamo avuto giustizia per chi ha investito mio figlio. Accadrà lo stesso anche per Elvira? Noi non chiediamo vendetta ma giustizia, però il perdono non potrò mai concederlo. Giovedì incontrerò il sindaco, ma per ora i dissuasori rumorosi non mi sembrano la soluzione».

«Per le vittime e i loro familiari c’è sempre troppa poca mobilitazione mentre per i criminali in tanti, troppi, offrono il loro sostegno e la loro solidarietà. Questa donna ha perduto due figli, uccisi da criminali che ora se ne stanno tranquillamente a casa, così come chi ha investito ed ucciso l’ingegnere Iazzetta a piazza Sannazaro. Che giustizia è mai questa?» ha commentato Borrelli, che ha preso parte alla manifestazione con il coportavoce regionale di Europa verde, Fiorella Zabatta, e la Radiazza. «Noi abbiamo l’obbligo di aiutare la madre di Elvira, anche economicamente, e per questo rilanciamo la raccolta fondi creata qualche settimana fa. Ma più di tutto vogliamo e pretendiamo giustizia, quella vera: i delinquenti in galera e sostegno alle vittime»

All'iniziativa hanno partecipato anche il consigliere municipale del Sole che ride, Lorenzo Pascucci, il consigliere comunale di Casoria, Salvatore Iavarone, i rappresentanti dei Verdi, Rosario Visone, Giovanni Sabatino ed Enzo Vasquez. I commercianti, rappresentati da Antonio Siciliano del Bar Napoli, hanno consegnato alla mamma di Elvira il ricavato di una raccolta fondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA