Napoli, emergenza degrado:
scatta sos a piazza Garibaldi

di Melina Chiapparino

3
  • 16
Da stazione dell'arte a vespasiano a cielo aperto. Accade a Napoli, dove il piazzale firmato dall'architetto francese Dominique Perrault, di fronte la stazione Garibaldi, è diventato una specie di bagno pubblico. I pilastri degli alberi metallici che caratterizzano la struttura in vetro inaugurata nel 2013, sono ricoperti di urina e lo stesso accade sulla pavimentazione in pietra dove, a volte, i cittadini hanno trovato anche feci umane.
 
 


Il piazzale, che collega la zona adiacente alla stazione con corso Umberto, viene persino evitato dai turisti, scoraggiati dal forte olezzo che impregna l’area sin dal mattino. «Praticamente la zona viene usata come bagno pubblico a qualsiasi ora del giorno e non abbiamo mai assistito a pulizie o bonifiche di alcun tipo- denuncia Nicola Di Frenna del Comitato cittadino Vespucci-- la questione è grave non solo per il rischio igienico sanitario ma anche per la pessima figura che Napoli fa con i turisti che appena arrivano si ritrovano immersi nel degrado».

La problematica era stata sollevata anche da alcuni commercianti della zona che qualche settimana fa distribuirono dei volantini di protesta per sensibilizzare il quartiere ma per il momento la situazione non fa che degenerare. «Facciamo appello all'assessore all'ambiente Raffaele Del Giudice a cui chiediamo di intervenire urgentemente sul piazzale» conclude Di Frenna.
Sabato 29 Dicembre 2018, 18:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-12-29 22:20:01
Veramente l'olezzo è in tutta napoli...fatevi un giro per i giardinetti intorno la metropolitana di piazza cavour - museo...
2018-12-29 18:36:30
Serve un piano di vigilanza semplicissimo, manca la volonta' di attuarlo. Ne' Sindaco ne' Questore sembrano avere voglia di interessarsene, non si capisce perche'.
2018-12-30 10:13:22
...Perchè sia il sindaco che il questore, sono inesistenti...come lo Stato italiano !

QUICKMAP