Ercolano, condannati gli spacciatori accusati dal pentito

di Dario Sautto

Biscotti plasmon, ricariche telefoniche, magliette e sigarette erano in realtà le dosi di droga, vendute anche all'ingresso delle chiese. Dopo il pentimento del fornitore delle piazze di spaccio Giovanni Montella, arriva la condanna per altri 14 imputati accusati di gestire alcune delle undici rivendite di stupefacenti ercolanesi.

In totale sono arrivate condanne a 87 anni di carcere per i pusher di Ercolano e dintorni, al termine del primo grado del processo Chanel. Pena più consistente per Ciro Polese, che dovrà scontare 10 anni di reclusione. Nove anni, invece, per Pasquale Imperato, 8 per Pasquale Pirone e 7 anni e 9 mesi per Patrizio Pirone.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 18 Luglio 2019, 12:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP