Giugliano, esplode una fabbrica di fuochi d'artificio: tre morti e 4 feriti

Giugliano, esplode una fabbrica di fuochi d'artificio: tre morti e 4 feriti
di Mariano Fellico
Mercoledì 13 Maggio 2015, 09:34 - Ultimo agg. 14 Maggio, 08:46
2 Minuti di Lettura

Spaventosa esplosione stamattina in una fabbrica di fuochi d'artificio a Giugliano, nella zona dell'area industriale di Ponte Ricco. Il bilancio, che era di due morti e quattro feriti, si aggrava con il passare delle ore. All'elenco delle vittime, che comprendeva Luigi Capasso, 45 anni, e Gabriele Vallefuoco, 66 anni, si è aggiunto uno dei feriti gravi, Raffaele Schiattarella, 55 anni. Suo fratello, Salvatore Schiattarella, resta ricoverato al «Cardarelli» di Napoli; Girolamo Schiattarella è ricoverato all'ospedale di Pozzuoli; Francesco Imperatore è invece ricoverato all'ospedale di Giugliano, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico che ha scongiurato l'amputazione di una gamba.

Al momento della deflagrazione un forte boato si è avvertito in tutta l'area giuglianese e anche oltre, fino a 10 chilometri di distanza. In seguito all'esplosione si è sviluppato un incendio. L'esplosione è avvenuta nella sede della società in nome collettivo «Pirotecnica dei fratelli Schiattarella». Secondo i primi rilievi, le cause potrebbero essere accidentali. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, gli uomini della polizia del commissariato di Giugliano diretti da Pasquale Trocino e gli artificieri della Questura di Napoli.

L'area è stata circoscritta. Sul posto sono giunti anche i parenti delle persone che, a quanto si è appreso, lavoravano tutte nella fabbrica che risulta - ai primi accertamenti compiuti dalla polizia - regolarmente autorizzata.

VIDEO: UNO SHOW PIROTECNICO DEGLI SCHIATTARELLA

© RIPRODUZIONE RISERVATA