Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Eurolife, si profila una chance di risarcimento dei danni agli investitori

Giovedì 23 Giugno 2022
Eurolife, si profila una chance di risarcimento dei danni agli investitori

Colpo di scena al processo sulla presunta maxi truffa finanziaria che vede alla sbarra i vertici dell'associazione no profit Eurolife: secondo l'accusa, loro avrebbero intascato 6,4 milioni di euro versati da 2283 investitori di tutt'Italia con la speranza di far fruttare i loro risparmi. Soldi che invece in parte sarebbero stati utilizzati per l'acquisto di beni voluttuari, come una barca da 40mila euro.

Il giudice di Napoli Nord Simone Farina (prima sezione penale, collegio B), su richiesta di Afue, l'associazione che difende le vittime di truffe finanziarie, ha accolto la richiesta di convocare le banche depositarie della onlus Eurolife a cui viene chiesto di rispondere circa la loro presunta negligenza nell'osservanza delle direttive europee in materia di anti riciclaggio. Una decisione che apre una spiraglio alla possibilità di ottenere un risarcimento per i danni patiti. Al processo, iniziato il 28 giugno 2021, sono imputate cinque persone alle quali vengono contestati, a vario titolo, reati come l'associazione a delinquere, la ricettazione e il riciclaggio. Nel mirino anche gli amministratori dei gruppi WhatsApp che facevano da collettori e attraverso di loro sarebbe stata anche carpita la fiducia degli investitori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA