Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Duplice omicidio di Ponticelli, convalidato il fermo di Pipolo: è la faida interna al clan De Micco

Venerdì 22 Luglio 2022
Duplice omicidio di Ponticelli, convalidato il fermo di Pipolo: è la faida interna al clan De Micco

È maturato nell'ambito di una faida interna al clan De Micco-De Martino, il duplice omicidio di Carlo Esposito, 29 anni, e Antimo Imperatore, 55 anni, uccisi nel quartiere Ponticelli a Napoli due giorni fa.

La circostanza viene confermata da una nota diffusa dalla Questura di Napoli con la quale si dà conto del decreto di fermo emesso dalla Dda di Napoli nei confronti di Antonio Pipolo, 37 anni, gravemente indiziato di duplice omicidio e di detenzione e porto abusivo di arma da fuoco. Pipolo, legato al clan De Micco-De Martino come Esposito (Imperatore è risultato invece estraneo a dinamiche criminali), si è presentato ieri mattina nella Procura di Napoli per rendere dichiarazioni in merito alla sua responsabilità nel duplice omicidio.

Video

Le indicazioni fornite da Pipolo hanno permesso il ritrovamento dell'arma verosimilmente utilizzata per uccidere Esposito e Imperatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA