Faito, l'ultimo scempio: alberi giù per fare la strada abusiva

di Fiorangela d'Amora

Dalla veduta all'accesso privilegiato. Sotto sequestro la strada abusiva che un privato aveva ricavato tra i boschi del Faito. L'operazione dei carabinieri della forestale coordinati dal comandante Raffaele Starace ha posto sotto sequestro preventivo l'area che si trova alle spalle di un'abitazione in zona Scalinatella, sul versante del Faito che da Castellammare procede in direzione Vico Equense. Si tratta della stessa zona dove a fine dicembre furono tagliati, senza alcun permesso, decine di alberi tra cui piante secolari. In quel caso fu denunciato un imprenditore stabiese che aveva da poco acquistato casa in via della Funivia. Gli inquirenti, ora, stanno cercando di verificare se anche questo scempio sia stato realizzato per gli stessi motivi. Era tutto pronto per la prima Pasqua da trascorrere al Faito, il taglio questa volta era destinato alla creazione di una vera e propria stradina che porta direttamente all'ingresso secondario dell'edificio che ha due accessi sia da via Funivia sia dalla Cresta.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 21 Aprile 2019, 15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP