Fase 3, in Campania riprendono
i pagamenti della Cig per gli artigiani

Martedì 30 Giugno 2020
Riprendono i pagamenti della cassa integrazione per gli artigiani. È quanto fa sapere Ebac Campania che parla di «boccata d'ossigeno per 25mila lavoratori».«Sono arrivati i fondi e da oggi riprendiamo i pagamenti - dice Ettore Mocella, presidente Ebac Campania - scusandoci con i lavoratori per un ritardo che non è imputabile a noi».

LEGGI ANCHE «Uniti insieme», incontro al ministero dell'Economia: fondo perduto, affitti e bollette tra le soluzioni del prossimo Decreto Legge

La notizia dell'arrivo dei fondi che consentiranno di erogare le spettanze dovute ai dipendenti è «accompagnata dalla constatazione che i fondi arrivati dal Governo centrale sono già evidentemente insufficienti a coprire le numerose domande e richieste». Secondo un report aggiornato a oggi, martedì 30 giugno, in una settimana il numero di richiesto di accesso al Fsba per il fondo straordinario Covid19 è passato da 8391 domande alle attuali 8452 che rappresentano oltre 25mila lavoratori di imprese dell'Artigianato che si sono fermate o hanno dovuto interrompere le proprie attività a causa dell'emergenza epidemiologica. Ad esprimere solidarietà ai lavoratori in attesa dei pagamenti è stato anche il direttore dell'Ebac Campania, Bruno Milo.

«Noi come Ebac siamo pronti a riprendere i pagamenti - afferma - senza che si perda neanche un minuto di tempo ben consci dei disagi e delle sofferenze che questi ritardi stanno causando ai lavoratori e alle loro famiglie».«Siamo in prima linea, al fianco degli artigiani - aggiunge - e già determinati anche a riprendere la necessaria interlocuzione con il Governo centrale per lo stanziamento di ulteriori risorse». Il totale regionale delle domande protocollate è 8452, così ripartito su base provinciale: Avellino 998; Benevento 502; Caserta 1062; Napoli 3630; Salerno 2260.
© RIPRODUZIONE RISERVATA