Scarichi abusivi nel Sarno, sequestrate due aziende nel Napoletano

Giovedì 21 Ottobre 2021
Scarichi abusivi nel Sarno, sequestrate due aziende nel Napoletano

La Polizia Metropolitana di Napoli, coordinata dal comandante Lucia Rea,  - nell'ambito delle indagini sul fiume Sarno disposte dalla Procura di Torre Annunziata, diretta dal Procuratore Nunzio Fragliasso – ha  sequestrato due attività che scaricavano abusivamente reflui nel corso d’acqua nei comuni di Pompei e Castellammare.  Si tratta, in particolare, della sede secondaria di un rivenditore di parti di ricambio e veicoli, privo di autorizzazioni che sversava reflui in un alveo afferente il Sarno. L’attività era esercitata su un’area a destinazione agricola con capannoni e piazzale adibiti alle lavorazioni. Il secondo sequestro ha riguardato invece una lavanderia industriale, di circa 600 metri quadrati coperti,: l’azienda procedeva allo sversamento dei reflui delle lavorazioni, senza autorizzazione, nella pubblica fognatura, dalla quale  questi finivano direttamente nel fiume Sarno. I titolari saranno denunciati all’Autorità Giudiziaria anche per stoccaggio non autorizzato di rifiuti.

Video

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA