Forte terremoto a Ischia, 2 morti e 39 feriti
Ciro e Matthias, salvati gli altri due fratellini
per 12 ore rimasti sotto le macerie

Foto Newfotosud Garofalo - Di Laurenzio
ARTICOLI CORRELATI
di Giuseppe Crimaldi e Francesco Pacifico

  • 8841
Dopo oltre 13 ore Ciro e Matthias, 11 e 7 anni, sono riemersi dalle macerie delle loro case. Il primo, il più più piccolo, è stato già portato in ospedale, al Rizzoli di Ischia in funzione dopo le verifiche. L'altro è stato imbracato e poi tirato fuori, intorno alle 12.30. Tredici ore al Purgatorio, la zona di Casamicciola dove il 90 per cento delle case è stato costruito abusivamente su un terreno franoso, prima la polizia e i carabinieri poi i vigili del fuoco hanno scavato senza sosta per salvare un'intera famiglia che ha visto la loro casa sbriciolarsi per il sisma di lunedì sera.

Per Ciro e Matthias ci è voluto più tempo perché sono stati sepolti sotto le colonne di cemento armato del secondo piano in una palazzina che in origine aveva solo un piano costruito con tavole di legno e travi in ferro. Per questo i soccorritori hanno dovuto creare un varco levando mano pietra per pietra.  Proprio Ciro ha dato indicazioni ai vigili del fuoco per dare indicazioni su come trovare sia lui sia Matthias. Ma prima ancora aveva spiegato ai vigili del fuoco come recuperare Pasqualino, il loro fratellino di 7mesi, che una volta liberato dalle macerie è stato riportato con la madre all'ospedale Rizzoli, chiuso in un primo momento per la presenza di alcune crepe.
 


Prima di loro, i vigili del fuoco avevano tratto in salvo la madre Alessandra bloccata al momento del sisma e il padre Alessandro, con i soccorritori che hanno dovuto anche tagliare la lamiera di una macchina per raggiungerlo. Sotto le macerie c'è ancora una donna, che secondo le forze dell'ordine è morta sul colpo. L'altra vittima è l'anziana colpita dai calcinacci della chiesa.
Martedì 22 Agosto 2017, 10:50 - Ultimo aggiornamento: 22-08-2017 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP