Forum lex, inaugurata nuova sede provinciale a Napoli

Lunedì 21 Ottobre 2019
Sono ufficialmente anche a Napoli i professionisti dell’Associazione Forum Lex, presieduta dalla criminologa Iolanda Ippolito, che sabato 19 ottobre ha inaugurato una nuova sede provinciale in via Santa Maria della Libera, nel quartiere Vomero del capoluogo partenopeo. A coordinarla saranno gli avvocati Manila Montesarchio, esperta in best pratices for gender equality issues, e Martin Esposito, esperto in diritto penale. “Sono tante le richieste di aiuto che ci pervengono, in varie modalità e da diverse città, da donne vittime di violenza, ma anche da parte di uomini maltrattati e di genitori che chiedono il supporto dei nostri professionisti per i loro figli”, ha spiegato Ippolito.

“Per far sì che le necessità delle persone che si rivolgono a noi trovino risposta nel minor tempo possibile – ha evidenziato -, sin dall’origine dell’associazione abbiamo ritenuto fondamentale individuare professionisti che rappresentassero la missione di Forum Lex nei vari territori. Da Napoli abbiamo ricevuto numerose richieste di adesione da parte di professionisti che hanno risposto al bando di selezione che abbiamo pubblicato lo scorso luglio e abbiamo individuato nell’esperienza di Montesarchio ed Esposito la guida per il team che sarà da oggi operativo su Napoli e sulla città metropolitana”. “La rete si espande grazie al lavoro di una grande squadra, di esperti e giovani professionisti che hanno sposato la nostra causa – ha aggiunto Ippolito –. In un anno di attività sono state aperte dieci sedi in altrettante regioni italiane, quali Lazio, Campania, Abruzzo, Piemonte, Veneto, Lombardia, Calabria, Basilicata, Sardegna ed Emilia-Romagna, con i rispettivi responsabili: Alvaro Mossi, Maria Gabriella Marotta e Verde Flora, Juanita Pilar Coppola, Giuseppina Seppini, Marina Cottignola e Ombretta Mazzariol, Sara Rosaria Mammano, Titti Grillo, Margherita Lombardo, Gennaro Di Michele e Maria Rosaria Palmigiano. Altre tre sedi regionali saranno aperte in Umbria, Toscana e Puglia”.

“Abbiamo ancora tanta strada da fare e tanti progetti in cantiere – ha concluso Ippolito -, per cui continueremo a lavorare con la consapevolezza di poter contare su una rete di professionisti e di persone valorose, con la speranza che sempre maggiori Istituzioni preposte prendano atto dell’efficacia del nostro modello di intervento e ci affianchino per quanto di loro competenza”. © RIPRODUZIONE RISERVATA