Nuova frana a Monte di Procida
è la seconda in due settimane

Acquamorta
di Patrizia Capuano

Un altro smottamento, ma per fortuna di lieve entità, si è registrato nel primo pomeriggio sulla litoranea rocciosa di Acquamorta, a Monte di Procida. La seconda frana in meno di due settimane. L’altra, all’alba del 19 settembre, sul costone di via Salita Torregaveta: uno smottamento ha sbriciolato per un tratto metà carreggiata rendendo inaccessibile la strada, già percorribile a senso di marcia alternato da due anni.

Prima di renderla di nuovo transitabile si rendono urgenti lavori di consolidamento. A tal fine, sono in corso rilievi geologici prima di avviare le opere tra circa venti giorni. Questa è la tempistica riferita in consiglio comunale dal vicesindaco della Città Metropolitana, Elena Coccia, intervenuta con il sindaco Giuseppe Pugliese che chiede in prefettura, con un documento approvato all’unanimità, un tavolo istituizionale.

Nel corso della seduta consiliare, inoltre, è stato illustrato il cronoprogramma stilato dalla ex Provincia, nelle cui competenze rientra la strada. Dubbi sono stati espressi dai banchi della opposizione consiliare, che auspicava spiegazioni tecniche sulle cause della frana. Il capogruppo di F@reFuturo, Rocco Assante, ha presentato denuncia ai carabinieri affinchè sia fatta luce su quanto è avvenuto e siano verificate eventuali responsabilità.

Grossi i disagi che sta attraversando la città, con via Salita Torregaveta vietata al traffico veicolare: Monte di Procida ha in alternativa solo via Panoramica e i tempi di percorrenza sono raddoppiati. E per garantire un presidio sanitario in città, il sindaco ha presentato richiesta all’Asl Na2 Nord.
Venerdì 30 Settembre 2016, 20:42 - Ultimo aggiornamento: 30-09-2016 20:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP