Fratelli coltelli, carabiniere interviene:
​attaccato e ferito da pitbull

di Francesca Mari

  • 66
Un pomeriggio di ordinaria follia a pochi passi dal centro storico di Ercolano, forse a causa delle alte temperature e dei fumi dell'alcool. Un detenuto ai domiciliari per reati di furto e ricettazione, senza apparenti motivi, improvvisamente lunedì pomeriggio si è scagliato contro il fratello con cui convive tentando di strangolarlo e minacciandolo, ripetutamente, di morte. Un carabiniere libero dal servizio è intervenuto per soccorrere i colleghi impegnati a bloccare l'uomo ma è stato azzannato dal pitbull fuori controllo dei due fratelli ed è andato in ospedale. L'aggressore ora è in carcere ed il cane è stato tolto ai proprietari. Dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia il 45enne di Ercolano che lunedì pomeriggio, improvvisamente ha aggredito violentemente il fratello di 50 anni, verosimilmente sotto effetto dell'alcool. I carabinieri della tenenza di Ercolano, sentendo le urla provenire da quell'appartamento monitorato per la presenza del detenuto ai domiciliari, sono intervenuti subito sul posto per sedare gli animi. Una volta arrivati, hanno trovato il 45enne mentre, su tutte le furie, inveiva contro il fratello e lo colpiva alla testa continuando a minacciarlo di morte. Così i militari hanno provato a separare i due, ma con grande difficoltà perché l'aggressore era incontenibile.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Agosto 2019, 09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP