Camorra a Fuorigrotta, crolla il muro dell’omertà: i fratelli Frizziero arrestati per racket e violenza

Venerdì 1 Ottobre 2021 di Leandro Del Gaudio
Camorra a Fuorigrotta, crolla il muro dell’omertà: i fratelli Frizziero arrestati per racket e violenza

Li hanno presi. Sono i due fratelli Mariano e Alvino Frizziero (rispettivamente classe 78 e 83), ritenuti responsabili del pestaggio a fini estorsivi di un commerciante nella zona del mercatino di via Cerlone a Fuorigrotta. In sintesi Alvino avrebbe aggredito il commerciante all’esterno dell’asilo della figlia, sotto gli occhi impauriti della moglie e della stessa bambina, ma anche dei tanti piccoli alunni dell’asilo e dei loro genitori. 

Mariano avrebbe poi consumato il pestaggio a colpi di casco il giorno dopo all’interno del negozio dell’imprenditore (che ora vive sotto tutela), reo di aver detto no alla richiesta estorsiva (un computer di svariate migliaia di euro), come puntualmente raccontato nell’edizione del Mattino, oggi in edicola. Indagini in corso su un’altra circostanza legata al possesso da parte di Alvino Frizziero della tessera del reddito di cittadinanza, con cui veniva dato inizio al rapporto estorsivo verso i commercianti. Inchiesta della polizia del commissariato San Paolo e degli uomini della Mobile del primo dirigente Alfredo Fabbrocini. Ora si attendono le repliche difensive da parte dei due fratelli, in attesa della convalida dei fermi da parte di un giudice.

Ultimo aggiornamento: 17:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA