Furti in casa nel Napoletano: è caccia alla banda della Mercedes bianca

Venerdì 21 Agosto 2020 di Pino Cerciello

Escalation di furti in casa tra San Giuseppe Vesuviano e i paesi limitrofi. Un ferragosto di fuoco per le forze dell'ordine impegnate in lunghi pattugliamento notturni alla ricerca dei topi di appartamento. Veri e propri acrobati capaci di scalare diversi piani per introdursi nelle case anche abitate. Una banda ben organizzata con sofisticate attrezzature da scasso pronta a sfidare qualunque rischio.

«Ero da poco andata a letto quando ho sentito un leggero tonfo e null'altro» racconta una donna la cui casa è stata presa di mira proprio nella notte tra ferragosto e il sedici. «Il giorno dopo salita ai piani superiori ho trovato l'inferno. Grate segate cassaforte divelta e l'intera casa a soqquadro. Un disastro. E pensare che solo alcuni mesi fa avevamo subito un altro attacco per fortuna andato male per i malviventi. Poi le porte di ferro e tante altre precauzioni che non sono bastate». Sul posto i carabinieri di San Giuseppe Vesuviano, guidati dal maresciallo Giuseppe Sannino.

LEGGI ANCHE Così bande di georgiani svuotano case 

Secondo alcune indicazioni e testimonianze delle stesse vittime si tratterebbe di un gruppo di cittadini slavi abili e veloci professionisti dello scasso. In un altro furto, portato a termine nel corso della notte, testimoni sono riusciti a individuare una Mercedes bianca con bordo persone in fuga dopo aver forzato una porta di ferro. Di certo si è aperta una vera e propri caccia agli scassinatori notturni che hanno colpito in vari punti della cittadina vesuviana ma anche nei comuni limitrofi. Un fenomeno quello dei furti nelle case che si accentua notevolmente nel periodo di ferragosto dove, la maggior parte degli scassi avviene in abitazioni disabitate con i proprietari fuori per vacanza. La cosa che sorprende invece ultimamente è la sfacciataggine dei malviventi che non esitano a introdursi in case o appartamenti abitati, alzando l'asticella del rischio e la preoccupazione tra la cittadinanza ormai in piena allerta ladri. «Oltre a rafforzare i controlli nelle nostre case abbiamo organizzato una sorta di vigilanza telematica attraverso lo scambio d'informazioni nella speranza di dare ulteriori indizi alle forze dell'ordine per arrestare questa gente senza scrupolo». Questo il commento di un'altra signora che ha preferito rinunciare alle vacanze pur di restare vicino ai familiari. Secondo le ultime informazioni scambiate tra gli stessi cittadini il gruppo di ladri scalatori avrebbe le ore contate. Tanti gli indizi raccolti e forniti alle forze dell'ordine che starebbero per chiudere il cerchio con l'auspicio di portare tranquillità nella comunità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA