G7 dei ministri degli interni, ipotesi
trasferimento a Ischia dopo il sisma

di ​Massimo Zivelli

Il G7 dei ministri degli Interni a Ischia. Il ministro Marco Minnitti avrebbe dato precise indicazioni ai suoi collaboratori anche a seguito della sua visita all'isola tre giorni dopo il terremoto di Casamicciola. In quella occasione il ministro ha potuto constatare di persona assieme ai suoi collaboratori che la rete dei servizi era perfettamente funzionante e che quindi Ischia ha tutte le carte in regola - anche sotto il profilo della sicurezza - per ospitare l'importante summit. I funzionari del ministero sono al lavoro e la cosa dovrebbe essere ufficializzata a giorni.

La decisione scaturisce dalla consapevolezza che da parte del governo italiano vi è la necessità di dare un forte segnale all'estero sul fatto che aldilà dei problemi che ha causato il sisma - gli effetti del quale si sconteranno per molti anni ancora - l'isola nel complesso è sicura e continua la sua attività di attrazione sui mercati turistici internazionali.

I sindaci isolani contano molto sulla ampia risonanza internazionale dell'evento che dovrebbe coinvolgere i media di mezzo mondo. La scelta di Ischia in questo caso sarebbe motivata alla stregua de L'Aquila, dove a ssguito del terremoto si decise di trasferire il G7 dei capi di governo che avrebbe dovuto svolgersi a La Maddalena.
Venerdì 15 Settembre 2017, 10:51 - Ultimo aggiornamento: 15-09-2017 22:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP