Giancarlo Siani, la lunga battaglia per la ricerca della verità

Lunedì 20 Settembre 2021 di Daniela De Crescenzo
Giancarlo Siani, la lunga battaglia per la ricerca della verità

«Buon compleanno Giancà»: ieri, come ormai accade da anni, l’associazione “Contro la camorra” e Radio Siani hanno ricordato il cronista del Mattino ucciso dalla camorra, festeggiando il giorno della sua nascita (19 settembre del 1959), così vicino a quello della sua morte, avvenuta il 23 settembre dell’85. E lo hanno fatto con torta e palloncini proprio davanti alla sede Mattino, il suo giornale.

«Festeggiamo il sessantaduesimo compleanno di Giancarlo perché c’è tanta vita in quello che lui ha fatto - ha spiegato Giuseppe Ruocco, rappresentante dell’associazione -. Lui ha sempre raccontato la realtà e questa è una lezione importante nell’epoca dei social». Prima dell’apertura della torta sono stati letti alcuni degli scritti arrivati nell’ambito del “contest” voluto dagli organizzatori. Ai giovani è arrivato anche un videomessaggio del direttore del Mattino, Federico Monga: «Cari ragazzi, purtroppo non posso essere con voi a causa di precedenti impegni, però voglio testimoniare il mio affetto nei vostri confronti, ma soprattutto la mia ammirazione per tutte le vostre iniziative, per la passione e la competenza che ci mettete, non solo nel giorno del compleanno di Siani, ma per tutto l’anno. Perché è soprattutto grazie alle iniziative come le vostre che andate nelle scuole, parlate con i ragazzi e girate dovunque per raccontare la storia di Giancarlo, e come quelle che noi del Mattino mettiamo in campo, che prima o poi potremo dire di aver sconfitto la camorra e tutte le mafie. Buon compleanno, Giancà».

Video

Il programma per la diciottesima edizione del Premio Siani vedrà oggi alle 17,30 l’appuntamento nella “Sala degli Angeli” dell’Università Suor Orsola Benincasa: sarà presentato il libro che il nostro giornale darà in omaggio giovedì ai suoi lettori. Il volume, curato da Pietro Perone e Leandro Del Gaudio, è un’antologia dei tantissimi articoli di inchiesta sul caso Siani che sono stati pubblicati sulle pagine de “Il Mattino” a partire dal 1993 e sono stati raccolti per la prima volta in un unico volume, che propone anche i contributi, oltre che del direttore Monga, dell’ex Paolo Graldi e di alcune delle firme storiche del giornale. Nelle pagine del libro anche un ricordo dell’attore Libero De Rienzo, scomparso lo scorso 15 luglio, che ha avuto uno dei suoi più grandi successi cinematografici nel 2009 grazie all’interpretazione di Giancarlo Siani nel film Fortapàsc di Marco Risi.

«Il film dedicò proprio una delle sue scene iniziali alla necessità di ricorrere al coraggio, bene inalienabile», scrive Giuseppina De Rienzo per ricordare insieme Libero e Giancarlo. Previsto un reading a cura dell’attrice Nadia Carlomagno, direttore del Master in “Teatro, pedagogia e didattica” dell’Università Suor Orsola Benincasa. Alla presentazione, che sarà introdotta dal Rettore del Suor Orsola, Lucio d’Alessandro, interverranno il direttore de “Il Mattino”, Federico Monga; il direttore della Scuola di Giornalismo “Suor Orsola Benincasa”, Marco Demarco; il presidente della Fondazione Pol.i.s, don Tonino Palmese e il presidente onorario della Fondazione Giancarlo Siani, Geppino Fiorenza. E ancora il procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho, il procuratore generale di Napoli, Luigi Riello, il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo

 

Tra i presenti Armando D’Alterio, oggi pg a Potenza, magistrato al quale si deve la verità sul delitto Siani, (dal ’93 condusse l’inchiesta giudiziaria che ha portato alle condanne definitive per killer e mandanti). Hanno assicurato la loro partecipazione il questore Alessandro Giuliano, il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, il presidente di Corte di Appello Giuseppe De Carolis, il segretario del sindacato unitario giornalisti Claudio Silvestri e il prefetto Marco Valentini. La presentazione sarà trasmessa in diretta streaming sul sito www.ilmattino.it e sulle pagine Facebook de “Il Mattino” (www.facebook.com/ilmattino.it) e dell’Università Suor Orsola Benincasa (www.facebook.com/unisob). Le manifestazioni in ricordo di Siani proseguiranno giovedì con la deposizione dei fiori alle rampe dedicate al giornalista. Venerdì all’università La Sapienza di Roma visita alle “Pietre dell’inciampo” con la rettrice Antonella Polimeni. 

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 20:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA