Crac Novaceta, condannato l'imprenditore Lettieri: 4 anni e 4 mesi

9
  • 377
Condanne che vanno dai 7 anni di carcere per l'imprenditore Massimo Cimatti passando dai 6 anni e mezzo per Nicola Squillace, ai 4 anni e 4 mesi per per Gianni Lettieri, anche lui imprenditore ed ex candidato sindaco per il centrodestra a Napoli, fino ai 2 anni e mezzo per un paio di imputati minori. Sono alcune delle pene inflitte oggi dal Tribunale di Milano al termine del processo per bancarotta con al centro il crac di Novaceta Spa, poi diventata BembergCell, storica azienda di Magenta, nel milanese, leader nella produzione di filo acetato in Italia e nel mondo.

I giudici, oltre ad assolvere due dei 19 imputati, hanno condannato, tra gli altri, Roberto Tronchetti Provera, fratello di Marco e dall'ottobre 2003 al 5 maggio 2005 presidente del Cda, a 4 anni e disposto provvisionali in favore delle parti civili Novaceta e BembergCell di 1 milione per la prima e 4 per la seconda e 1500 euro, come danno non patrimoniale, per ciascuno dei circa 20 lavoratori che si cono costituiti nel dibattimento.
Lunedì 18 Febbraio 2019, 18:11 - Ultimo aggiornamento: 18-02-2019 18:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-02-19 09:11:29
Dorme tranquillo: con 45 anni di condanna il carcere lo vede in cartolina , e questo è l'importatante. Per quelli che sperano di vederlo in carcere se lo possono dimenticare.
2019-02-18 20:52:42
il nuovo che voleva cambiare napoli
2019-02-18 20:10:45
e questa era l'alternativa a de magistris. saluti. speriamo di vederla a poggioreale.
2019-02-18 19:25:31
Possibile che a Napoli ce la si giochi tra delinquenti od incapaci la poltrona di Sindaco?
2019-02-18 19:00:08
C era qualcuno che lo voleva sindaco. Ma forse a molti andava bene così.

QUICKMAP