Gilmour cittadino onorario di Pompei

di Susy Malafronte

David Gilmour da ieri è cittadino onorario di Pompei, la città che, anche la sua musica, ha reso celebre nel mondo. Ieri il consiglio comunale, su proposta del sindaco Ferdinando Uliano, ha votato all'unanimità il provvedimento, della protesta annunciata di due consiglieri verdiniani non c'è traccia. La magia della chitarrista ha unito gli intenti di maggioranza e opposizione. Promotrice dell'iniziativa è stata l' associazione Live At Pompeii che, attraverso il presidente Matteo Apuzzo, ha comunicato alla città l'onore del rocker nell'accettare l'onorificenza. La cerimonia di conferimento del musicista, che già oggi dovrebbe essere a Pompei, avverrà domani, il primo, e sarà top secret, su espressa volontà della star internazionale, sarà strettamente privata per motivi di sicurezza.

«Sono felicissimo ed onorato di annoverare Gilmour tra gli illustri cittadini onorari della bella Pompei. Gilmour ha incontrato il ministro Franceschini per definire gli ultimi dettagli del concerto mondiale che avrà luogo nell'Anfiteatro. Il ministro si è detto onorato che Gilmour abbia scelto di nuovo Pompei. Io sono onorato nella stessa misura del ministro e del premier Matteo Renzi», commenta il sindaco.

Pompei si appresta ad essere al centro dell'attenzione dei mass media, non solo italiani, il 7, l'8 e il 12 luglio in occasione dei concerti di David Gilmour ed Elton John (che però si esibirà nel Teatro Grande). Pompei sarà blindata dalle severe misure di sicurezza adottate, dalle forze dell'ordine, per garantire che gli show si svolgano in totale tranquillità. Le misure di sicurezza saranno rigidissime, anche, nel controllo degli ingressi degli spettatori. Tra biglietti nominativi e braccialetti sarà impossibile entrare se non si è stati così veloci da acquistare i biglietti mesi prima. Mentre al Circo Massimo hanno potuto assistere 13000 «fortunati», per le date di Pompei il numero è ristrettissimo, appena 2500 a sera.

I fortunati vedranno la Vedere la leggenda nella leggenda, la storia del rock all'interno della storia dell'uomo. E, per tutti e tre i concerti, potranno, volendo, fare a meno della macchina, grazie a un treno speciale della Circumvesuviana. L'Eav metterà a disposizione degli spettatori un treno del servizio Campania Express per il rientro a Napoli. Il treno, del tipo Metrostar, partirà a mezzonette e quaranta dalla stazione Pompei-Santuario, sulla linea Napoli-Poggiomarino. Per i passeggeri del treno notturno, sono previsti servizi di accoglienza, con hostess, e di sicurezza, con guardie giurate in stazione e a bordo. I passeggeri potranno acquistare i biglietti, del costo di 6 euro - prezzo normale del servizio Campania Express da Pompei Villa dei Misteri a Napoli - presso la biglietteria della stazione di Pompei-Santuario o a bordo del treno rivolgendosi al personale lì presente.
L'ex Pink Floyd e il baronetto del pop in termini economici hanno fatto molto per l'indotto ricettivo di Pompei. Da 10 giorni gli alberghi e i B&B hanno registrato il tutto esaurito. E sarà così fino alla metà di luglio. I fans delle due rockstar sono giunti, molti giorni prima, da ogni parte del mondo per assistere ai concerti dei loro idoli nello scenario antico unico al mondo.
Martedì 5 Luglio 2016, 16:10 - Ultimo aggiornamento: 05-07-2016 16:34


QUICKMAP