Gli auguri di Natale del Cardinale Sepe ai napoletani

di Diego Scarpitti

Rivolge i suoi auguri di un Santo e sereno Natale alla città di Napoli e riserva in particolar modo un pensiero ai giovani in affanno. Il Cardinale Crescenzio Sepe celebrerà domani 24 dicembre la Messa della Notte in Cattedrale alle ore 24 e lunedì 25 presiederà la Messa del Giorno di Natale alle ore 12. «Da Betlemme parte un messaggio assolutamente nuovo, che indica la strada della salvezza. L’uomo non è più condannato a soccombere sotto il peso delle sue colpe e dei suoi limiti, se sa raccogliere il messaggio che viene dal Natale». L’Arcivescovo metropolita usa parole di speranza e intende essere vicino ai napoletani. «Scegliere la buona novella rappresentata dal Vangelo è stare dalla parte di Cristo, anzi con Cristo». Sprona le giovani generazioni a non mollare, ad andare avanti con rinnovata fiducia, nonostante la mancanza di lavoro. «Alzate il capo, giovani in cerca di futuro. La nostra società ha in gran parte deluso le vostre attese. Fate fatica a riconoscervi nei suoi assetti tradizionali. Ma non arrendetevi. Il Vangelo è una buona notizia per tutti gli esclusi e noi continueremo a sostenervi, perché possiate trovare nella storia il posto che meritate. Napoli è vostra: fatene la ragione dei vostri sogni». Affida, ancora una volta, nella mani di Dio la città e prega incessantemente per il bene comune. «Alziamo il nostro capo, guardiamo a Cristo. Si apriranno nuovi orizzonti. Vivremo tutti meglio. Auguri carissimi rivolgo  a tutti, mentre invoco copiose benedizioni divine. E ‘a Maronna v’accumpagne!». 
 

                                               
Sabato 23 Dicembre 2017, 12:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-12-24 11:58:10
non c'e' nessun passo del vangelo o bibbia che dice che dobbiamo morire dove siamo Nati, Anzi Cristo disse andate , circolate nel mondo , adottate me nelle vostre coscienze , amatevi l uno con l altro come fratelli e sorelle , Gesu' non disse studia a casa tua ed aspetta il posto di lavoro nel tuo quartiere, quindi perche' Cardinale Sepe Lei racconta un altra novella che non sono parlole di Cristo ma semplicemente dettate salla sua Bonta' di animo che spera.... Poi dice Napoli e' vostra.... io sono cittadina del Mondo e figlia di Dio e dovunque vado Cristo e' con me, Napoli non e' piu' nostra dal1870 da quando non siamo piu' il Regno delle due Sicilie. I giovani vanno via Perche' in Italia non ci sono opportunita', I Giovani vanno via Perche' L Italia li paga miseramente , ecco diciamo le cose come stanno Un Giovane Americano che Crede in Cristo guadagna il quatriplo di un Giovane in Italiano che crede in Cristo, Lei e' Cardinale un uomo di chiesa me lo sa spiegare perche' di questo? che ci sono due Cristi? Perche' il Cristo americano paga di piu del Cristo italiano? Confusa in Texas Napoletana Expat

QUICKMAP