Gomorra, Salvatore Abruzzese arrestato a Scampia: interpretò il piccolo Totò nel film di Garrone

Sabato 16 Gennaio 2021 di Giuseppe Crimaldi
Gomorra, Salvatore Abruzzese arrestato a Scampia: interpretò il piccolo Totò nel film di Garrone

Continua la maledizione che ha già colpito alcuni giovani protagonisti del film Gomorra di Matteo Garrone. La scorsa notte i carabinieri hanno arrestato Salvatore Abruzzese, all'epoca del film appena adolescente che viene iniziato dai camorristi nell'organizzazione accettando di farsi sparare in petto con un giubbotto antiproiettile. 

I carabinieri della stazione Scampia lo hanno arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti: i militari hanno notato Abruzzese - oggi 26enne e incensurato - aggirarsi all’interno del complesso di edilizia popolare Case dei puffi, dove poco dopo ha ceduto due dosi di droga ad altrettanti clienti. I carabinieri sono intervenuti e li hanno bloccati. Scattata la perquisizione, sono state rinvenute e sequestrate dosi di cobret, eroina e cocaina. I “clienti” sono stati segnalati alla prefettura quali assuntori di sostanza stupefacente mentre l’arrestato è stato tradotto al carcere in attesa di giudizio.

Nel film che lo rese celebre Abruzzese interpretò anche un ruolo drammatico: costretto a scegliere, tradirà Maria - la madre di un rivale dilauriano - alla quale porta regolarmente la spesa, attirandola fuori casa e condannandola ad essere uccisa in un agguato organizzato per vendicarsi di un'esecuzione organizzata dagli scissionisti.

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA