Napoli, Gratta e vinci rubato: arrestato il tabaccaio, il biglietto recuperato in una banca

Lunedì 6 Settembre 2021
Napoli, Gratta e vinci rubato: arrestato il tabaccaio, il biglietto recuperato in una banca

È sottoposto a fermo in quanto indiziato dei delitti di furto pluriaggravato e tentata estorsione Gaetano Scutellaro, l'uomo scoperto nell'aeroporto di Fiumicino mentre tentava di prendere un volo per Tenerife dopo avere sottratto un biglietto «gratta e vinci» vincente da 500mila a un'anziana signora di Napoli, lo scorso 2 settembre. Scutellaro è stato fermato in autostrada a Teano di ritorno nella città partenopea. 

Il provvedimento, emesso dalla Procura (pm Stella Castaldo, Enrica Parascandolo Daniela Varone, procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli), è stato notificato dai carabinieri della compagnia «Stella» di Napoli. Il biglietto vincente è stato recuperato dai militari in una banca di Latina.

Video

Intanto l'Agenzia dogane e monopoli su impulso del Direttore dell'Ufficio Giochi Numerici e Lotterie, Stefano Saracchi, ha immediatamente provveduto al blocco della riscossione del biglietto Gratta e vinci risultato vincente. Inoltre, riferisce una nota di Adm «alla luce del fatto che all'interno della ricevitoria operasse al terminale di validazione, un soggetto collegato da un rapporto di parentela con il titolare, essendo lo stesso fuggito con il tagliando per poi rendersi irreperibile, Adm a tutela dei consumatori e per la salvaguardia della legittimità delle regole sul gioco pubblico, ritiene necessario avviare il procedimento di sospensione cautelare del rapporto fiduciario posto alla base della concessione rilasciata».

Per queste ragioni gli Uffici Adm della Direzione Campania hanno avuto l'incarico di valutare con estrema urgenza l'immediata sospensione dell'attività sia della ricevitoria che della stessa rivendita, in attesa dell'esito delle indagini al termine delle quali si potranno valutare i presupposti per la revoca di tutti i titoli concessi dall'Amministrazione.

Ultimo aggiornamento: 23:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA