Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guardia giurata rapinata della pistola a Napoli: «Da soli siamo più deboli»

Martedì 5 Luglio 2022 di Attilio Iannuzzo
Guardia giurata rapinata della pistola a Napoli: «Da soli siamo più deboli»

Una guardia giurata, 50enne, è stata rapinata ieri notte davanti allo stadio Maradona. Una rapina consumata in pochi minuti. L’uomo è dipendente di un Istituto di vigilanza di Napoli. È stato bloccato da solo in auto da due persone armate di pistola che sotto la minaccia della stessa si sono fatti consegnare l'arma della guardia, una beretta 9x21.

Sulla vicenda è intervenuto il leader dell'Associazione nazionale guardie particolari giurate Giuseppe Alviti: «È la solita macelleria sociale delle guardie giurate che vengono mandate all'arrembaggio in luoghi più disparati e disperati, da soli, senza mai pensare ad una seconda unità di servizio anche per i cantieri. Ormai - aggiunge Alviti - le guardie giurate sono una specie da proteggere e sempre più in via di estinzione proprio per l'uso improprio che ne fanno istituto di vigilanza e committenza. A Napoli è sempre più emergenza criminalità».

Ultimo aggiornamento: 11:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA