Napoli, il giorno del piccolo Gabry: gazebo in piazza Dante per trovare il donatore

ARTICOLI CORRELATI
di Paola Marano

1
  • 1042
Il cuore di Napoli inizia a pulsare per il piccolo Gabry. Da stamattina i volontari dell’Admo, l’associazione donatori midollo osseo, hanno allestito a Piazza Dante dei gazebo per l’iscrizione al registro e il tampone salivare, utili a cercare un gemello genetico per Gabriele: un bambino di 20 mesi, dal sangue napoletano, affetto da una sindrome congenita rarissima che conta solo 20 casi nel mondo. Lui è il primo caso in Italia.
 
 
A rappresentare la famiglia di Gabry in piazza c’è la zia, Monica. «Abbiamo avuto tanto sostegno e solidarietà da parte di istituzioni, rappresentanti del mondo  dello sport e dello spettacolo, e dei ragazzi che si sono messi in gioco - sottolinea - quello che ci teniamo a ribadire in ogni occasione è che questa giornata non è solo per Gabry, nasce dalla nostra esperienza familiare, ma è ovviamente rivolta a tutti i bambini in attesa di trapianto. Sulla scia di quello che è già stato fatto con Alex, vogliamo portare avanti un cambiamento culturale sulla donazione».

C'è chi ha saltato la lezione all'università per sottoporsi alla tipizzazione. «Prima di sapere di Gabriele non credevo di poter essere una potenziale donatrice attraverso una procedura di iscrizione così semplice “, racconta una ragazza. “Iscriversi al registro è molto importante, soprattutto per una piccola vita come quella di Gabriele- dice invece un giovane subito dopo essersi sottoposto al tampone - secondo me è una bellissima esperienza riuscire a fare un passo avanti per dare una mano qualcuno più piccolo anche di te».
 

Dopo il caso di Alex, anche l’eco mediatico della storia del piccolo Gabry è servito a sensibilizzare molti giovani sul tema della donazione. Ne è convinto Michele Franco, responsabile Admo Campania. «Questi eventi ci hanno permesso di far conoscere alle persone la procedura di iscrizione al registro e molti ragazzi si stanno avvicinando sempre di più. È proprio con queste campagne di sensibilizzazione che altri ragazzi hanno già beneficiato di una donazione. In questa settimana altri due giovani hanno donato, uno di Napoli e uno di Salerno, hanno donato il loro midollo: uno è servito a un ragazzo negli Stati Uniti, e un altro per una giovane a Firenze». I gazebo rimarranno in piazza fino alle 20 di questa sera.
 
 
Venerdì 24 Maggio 2019, 11:26 - Ultimo aggiornamento: 25 Maggio, 07:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2019-05-24 15:00:19
speriamo nel buon Dio

QUICKMAP