CORONAVIRUS

Il Loreto Mare si illumina in ricordo
del medico Giuseppe Ascione

Venerdì 2 Ottobre 2020 di Melina Chiapparino
Il Loreto Mare si illumina in ricordo del medico Giuseppe Ascione

«L’ospedale Loreto Mare è in lutto per la perdita di Giuseppe Ascione, grande medico e grande uomo». E’ il coro di amici e colleghi dell’anestesista in forza al presidio di via Vespucci, morto dopo aver contratto il Covid e affrontato una lunga e travagliata degenza che gli è costata complicanze così gravi da fargli perdere la vita. Per ricordare il 55enne ischitano d’adozione, deceduto ieri mattina all’ospedale di Frattamaggiore, dopo essersi ammalato a fine marzo, il Loreto Mare è stato illuminato da candele che infermieri, medici e colleghi del medico hanno allestito all’esterno dell’ospedale e uno striscione che recitava «Ciao Peppe, per sempre nel nostro cuore».

LEGGI ANCHE Covid, quattro anziani morti nella Rsa di Marsicotevere: scattano due inchieste

«Eri amico di tutti, con queste luci che hanno illuminato l’ospedale abbiamo sperato che tu ci vedessi dall’alto, non ti dimenticheremo mai e non sarà più lo stesso lavorare senza di te» si legge nella nota scritta dal personale sanitario del Loreto Mare. «Disponibile, garbato, solare, giocherellone, altruista e risolutivo» così viene descritto Ascione dai sanitari che gli hanno voluto dedicare la “veste illuminata” del Loreto Mare.
 

Video


«Era una spalla pronta su cui poggiarsi, aveva un grande spirito di sacrificio e abnegazione professionale ma anche umanità e vicinanza ai bisognosi – scrivono ancora i colleghi esprimendo vicinanza ai familiari- era una persona perbene e un lavoratore instancabile, oltre che un marito e padre premuroso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA