Napoli, il «percorso degli orrori»
della metropolitana a piazza Cavour

Il sottopassaggio della vergogna di piazza Cavour
di Antonio Folle

4
  • 128
Un vero e proprio percorso degli orrori, con tanto di chiazze di urina - con annesso odore pestilenziale - mura imbrattate da ogni genere di scritte e vandalismi compiuti ai danni delle manichette antincendio. E' l'attuale situazione di una parte del sottopasso che collega le stazioni della Linea 1 e della Linea 2 a piazza Cavour. Da sempre le scale che costeggiano gli ascensori - rampe che ben figurerebbero in un film horror anni '80 - e che conducono all'atrio principale della stazione Cavour della Linea 1 sono utilizzati dagli incivili come luogo privilegiato per espletare bisogni fisiologici, favoriti in questo dall'assenza di telecamere e di sorveglianza. Il cattivo odore in certe ore della giornata è insopportabile e, complice le correnti create dai treni in transito, arriva a invadere persino le banchine dove i passeggeri attendono i treni.
 


La mancanza pressochè totale della sorveglianza fa sentire i suoi effetti anche - e forse soprattutto - sulla sicurezza dell'impianto. Percorrere quelle scale nelle ore serali può essere una esperienza pericolosa dal momento che molto spesso in quegli spazi si intrattengono tossicodipendenti in preda ai fumi di alcool e droghe. Le manichette antincendio sono state sradicate dalla loro sede e giacciono abbandonate sul pavimento. Non è difficile intuire il rischio corso nella stazione in caso di incendio.

« Purtroppo le scale della stazione Linea 1 di piazza Cavour sono utilizzate come orinatoio dagli incivili di passaggio - la denuncia del Comitato Diritti Essenziali - emanano una puzza terribile e possono rappresentare un problema igienico sanitario se non sanificate quotidianamente. L'illuminazione - prosegue Patrizia Bussola, portavoce del Comitato civico che ha sollecitato per iscritto il servizio clienti di Anm - è alquanto debole e un manicotto antincendio è staccato dal muro e abbandonato a terra».

Una situazione indegna quella di una delle principali stazioni della Linea 1, collegata con il Museo Archeologico Nazionale e percorsa ogni giorno da migliaia di passeggeri e di turisti. Ai già noti problemi del malfunzionamento dei distributori automatici di biglietti si aggiunge una ulteriore gatta da pelare per i vertici aziendali dell'azienda di trasporto che, in relazione alla spinosa questione sicurezza, dovrà correre ai ripari al più presto. In ogni caso la situazione denunciata dai cittadini a piazza Cavour non è assolutamente un caso isolato. La medesima problematica si registra nelle scale della stazione Policlinico, sintomo evidente di un problema che è - a torto - ritenuto secondario dagli addetti al controllo e vigilanza di Anm. 


 
Mercoledì 14 Agosto 2019, 13:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2019-08-16 08:36:28
L'uomo forte non appare mai per caso.
2019-08-14 14:46:35
A Napoli tutto è assurdo. In piazza Cavour, nei giardinetti che era utilizzato come ufficio postale. Ora è abbandonato murato...in rovina. Perchè non lo si affida a organizzazioni per l'assistenza ai senzatetto della zona che potrebbero utilizzarlo dotandolo di docce e servizi per evitare lo scmpio di tutta la piazza. Come pure c'e' l'altro edificio adiacente l'ingresso della metro nuova recintato da un muro alto che "nasconde" gli orinatoi intorno alle scale. A che servono quei muri non so...abbattendoli darebbero più visibilità all'associazione che gestisce l'edificio e eliminerebbero gli orinatoi che si nascondono.
2019-08-14 14:44:05
...come 🤔poter descrivere l'agonia di una città, una delle Metropoli di un Paese industrializzato, e sulla carta civilizzata, proiettata nel futuro con un esempio? Già, ma il problema principale, di Napoli, è decidersi quale esempio scegliere tra gli innumerevoli del declino tout-court! Lo sconforto, spesso, prende il sopravvento sul panglossismo più "coraggioso" ed ostinato.
2019-08-14 14:24:53
E' la zona che viene lasciata aperta d'inverno per riparare i senzatetto quando fa freddo. Zona isolata, pericolosa ad attraversala anche di giorno, senza controlli con lo sbocco dietro i giardini di piazza cavour che purtroppo è da sempre abbandonata. Ma tanto è tutto la città in abbandono anche se si vuol dimostrare il contrario.

QUICKMAP