Il progetto napoletano AAA Accogliere Ad Arte vince il Premio Cultura di Gestione 2019

Il progetto napoletano AAA Accogliere Ad Arte, nato dall'Associazione Progetto Museo, ha vinto il Premio Cultura di Gestione 2019 – sezione Valorizzazione del territorio e impatto sociale – indetto daFederculture, Agis, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali, Forum Nazionale del Terzo Settore e ANCI.

Il Premio Cultura di Gestione ha l’obiettivo di identificare, premiare e incoraggiare i progetti più innovativi nella gestione culturale, finalizzati allo sviluppo locale attraverso interventi di valorizzazione del territorio, di incremento e miglioramento dell’offerta culturale, di promozione integrata dei beni culturali, di coesione sociale, di riorganizzazione dei servizi ai cittadini, di ampliamento della fruizione pubblica.

«Il progetto AAA Accogliere Ad Arte - si legge come motivazione del Premio - a Napoli ha saputo creare una vera e propria comunità dell’accoglienza diffusa, fatta di cittadini e istituzioni, capace di valorizzare il patrimonio culturale e umano della città in un’ottica partecipata e innovativa. In particolare il processo di valorizzazione turistica “dal basso” ha generato nei cittadini consapevolezza e senso civico, arricchito il territorio, rafforzando la coesione sociale e promuovendo il senso di responsabilità condivisa del patrimonio comune».

Settanta candidature, presentate da associazioni, comuni, fondazioni, cooperative, hanno risposto al bando, che premia i progetti e i modelli che più si sono distinti per sei sezioni di gara.

Oltre ad Accogliere ad Arte hanno vinto: Scherìa Comunità Cooperativa (Tiriolo – CZ) sezione Innovazione sociale; Iside srl (Roma) sezione Rigenerazione urbana; Fondazione Polo del ‘900 (Torino) sezione Valorizzazione del patrimonio immateriale; Fondazione RavennAntica sezione Modello di gestione;

Comuni di Fermo, Ascoli Piceno, Macerata, Fano sezione Creazione di reti.

Il Premio Cultura di Gestione 2019 ha assegnato anche cinque Menzioni Speciali ai progetti di: Comuni di Mesagne e Latiano; Music Innovation Hub; Comune di Siena; Comune di Cremona; Associazione Abbonamento Musei.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il 12 giugno 2019 a Roma nell’ambito della seconda Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale.

Napoli è la prima città in Italia che per valorizzare il patrimonio culturale e artistico e migliorare l’accoglienza a turisti e visitatori porta tassisti, vigili urbani, dipendenti del trasporto pubblico e privato, personale alberghiero e del porto, che per primi danno il benvenuto in città, a conoscere il patrimonio d’arte della città. Sono oltre 450 le persone già coinvolte in un programma formativo di visite guidate nei siti d’arte della città.

È questa l’idea alla base di AAA Accogliere Ad Arte Napoli: creare una comunità dell’accoglienza diffusa, spontanea e preparata, pronta a dare indicazioni a turisti e visitatori desiderosi di conoscere l'immenso patrimonio d’arte della città e di entrare in contatto con quel “patrimonio” umano che rende Napoli una città unica al mondo. Un modo semplice per migliorare l’offerta culturale della città e, al contempo, un’occasione per i cittadini napoletani di riappropriarsi della bellezza della città, del patrimonio artistico e di sentirsene parte.

AAA Accogliere Ad Arte è promosso da alcuni dei principali musei di Napoli, in collaborazione e con il sostegno di istituzioni e di aziende del territorio strategiche per la valorizzazione dei beni culturali e lo sviluppo del turismo che sostengono il progetto in modo convinto.

Nato da un'idea di Progetto Museo nel 2017, AAA Accogliere Ad Arte è promosso da: Catacombe di Napoli, Complesso museale di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, Il Cartastorie / Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Museo Cappella Sansevero, Museo e Real Bosco di Capodimonte, Pio Monte della Misericordia, Associazione Salviamo il Museo Filangieri. Con la partecipazione di: Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano, Museo del Tesoro di San Gennaro. È ospitato da: Castel dell’Ovo, Complesso Museale dell’Arte della Seta, Madre · museo d’arte contemporanea Donnaregina, Metro Art, Museo delle Arti Sanitarie e Farmacia Storica degli Incurabili, Museo Civico Gaetano Filangieri, Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, Teatro di San Carlo. Con il contributo di: Metropolitana di Napoli spa, Reale Mutua, Costruire, Aeroporto Internazionale di Napoli, Compagnia Marittima Mediterranea. Con il patrocinio di Comune di Napoli e il patrocino morale di Unione Industriali Napoli e Federalberghi Napoli.
Mercoledì 20 Marzo 2019, 17:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP