Il segreto svelato: «Maradona e Careca amano Pompei»

di Susy Malafronte

0
  • 208
Nel cuore di Maradona e Careca c'è anche un pezzo di Pompei. La città degli Scavi, infatti, è conosciuta dal «pibe de oro» grazie a Serafino Ciaravola che del tifo per il Napoli ne ha fatto il suo stile di vita. Se per Maradona la città archeologica resta, per ora, solo un racconto di Serafino, Careca è, invece, un habitué degli Scavi e, ultimamente, anche del Santuario. Maradona e Careca sono i suoi amici-fraterni dal 1984 e, ad ogni loro successo sul campo, Serafino Ciaravola era sempre presente a bordo campo, tra gli ospiti «particolari». Il loro è stato «amore a prima vista». L'attaccante argentino quando viene a Napoli saluta con piacere il suo compagno degli Scavi. Careca, invece, viene spesso a trovarlo e ne approfitta per farsi fare da cicerone tra le antiche domus. Ciaravola, infatti, è dipendente del Mibac con la mansione di autista particolare del direttore generare del Parco Archeologico, Massimo Osanna, e gli Scavi li ama con la stessa passione della sua squadra del cuore. Così l'amarcord dei tifosi pompeiani del Napoli, (con in testa l'ex calciatore Carlo Manfredi) - che hanno dedicato a Ciaravola per festeggiare i suoi 34 anni di amicizia con i grandi del calcio mondiale sfogliando l'album fotografico dei ricordi - ha emozionato Careca, intervenuto all'evento telefonicamente, tanto da promettere di ritornare presto a Pompei, magari con Maradona. E la foto inedita di Careca che prega la Madonna di Pompei, saltata fuori dall'album dei ricordi per approdare sui social, ha commosso il web.    
Sabato 15 Dicembre 2018, 15:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP