Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

In fiamme deposito di ecoballe nel Napoletano. Legambiente: «Troppi episodi sospetti»

Domenica 1 Luglio 2018
In fiamme deposito di ecoballe nel Napoletano. Legambiente: «Troppi episodi sospetti»
«C'è puzza di bruciato dietro l'escalation di incendi sospetti che nell'ultima settimana stanno colpendo impianti di gestione e stoccaggio dei rifiuti in Campania». Lo sostiene, in una nota, Michele Buonomo della segreteria nazionale Legambiente in merito al maxi incendio di ecoballe che si è sviluppato nel Napoletano.
 
 

«Chi ha interesse a mettere in ginocchio un sistema che, grazie alla raccolta differenziata, sta provando a valorizzare ed incrementare l'economia circolare - si chiede - Dopo gli incendi che hanno colpito aziende nel Salernitano siamo oggi di fronte ad un nuovo caso di incendio e siamo preoccupati per l'incremento di episodi di questo tipo anche e soprattutto per le potenziali ricadute sull'ambiente e la salute dei cittadini. È necessario uno sforzo ulteriore da parte dell'autorità giudiziaria e di controllo per comprendere se esiste un filo conduttore tra tutti questi casi che sta scatenando una nuova guerra dei rifiuti».
 
Ultimo aggiornamento: 19:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento