Maxi incendio nel Napoletano, chiesa divorata dalle fiamme e distrutta

Domenica 12 Luglio 2020
Chiesa distrutta da un incendio a Melito, in provincia di Napoli. Le fiamme hanno avvolto la chiesa di Santa Maria Madre del Risorto, prima avvolgendone la tettoia in legno e successivamente l'intera struttura. A darne notizia è il sindaco del piccolo comune alle porte di Napoli, Antonio Amente, che parla di «un giorno tristissimo per la nostra città, che non avrei mai voluto vivere. A nulla è servito l'intervento di 6 autobotti dei vigili del fuoco e quello dei Carabinieri. Sul posto anche il vicesindaco Luciano Mottola, l'assessore Marco Ponticiello e il consigliere comunale Vincenzo Bortone in rappresentanza dell'amministrazione comunale».

LEGGI ANCHE Napoli, preso il piromane seriale che incendiava i cassonetti dei rifiuti

La chiesetta di proprietà del Comune, spiega Amente, «era in comodato d'uso alla parrocchia Santa Maria delle Grazie che se ne occupava della gestione insieme a tanti volontari e fedeli. Ed è proprio a loro che va la mia vicinanza, loro che hanno versato fiumi di lacrime mentre vedevano andare in fumo la propria casa di preghiera. Attendo con ansia di conoscere i contenuti della relazione dei vigili del fuoco per capire l'esatta dinamica e l'esito delle indagini per accertare eventuali responsabilità. Se ci sono state negligenze è giusto che chi ha sbagliato paghi. Ad ogni modo - conclude Amente - l'amministrazione comunale si attiverà per far sì che la chiesa Santa Maria Madre del Risorto possa tornare a splendere nel più breve tempo possibile, restituendo il sorriso ai fedeli che la riconoscevano come una seconda casa».
 
Ultimo aggiornamento: 13 Luglio, 08:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA