Infezione alla gola, non respira e i soccorsi sono lenti: così si muore a Napoli

di Maria Chiara Aulisio

  • 5154
Aveva solo un po' di mal gola. Un leggero fastidio, un «bruciore» lo aveva definito descrivendolo alla moglie, uno di quei sintomi che alla peggio lascia immaginare l'arrivo di un po' di influenza. Come avrebbe fatto chiunque, Alberto Mazzola Turco, 49 anni e ottima salute, prende un antinfiammatorio e prosegue la giornata di lavoro, quella che purtroppo sarebbe stata l'ultima. Nella «Cantina La Barbera», nota braceria del Vomero di cui era socio, Alberto ci tornerà solo qualche ora la mattina successiva, prima di chiedere l'intervento del 118 e finire al Cto dove morirà dopo cinque giorni di agonia per una epiglottidite acuta. Ma andiamo con ordine.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 21 Gennaio 2019, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 22 Gennaio, 07:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP