Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Intestazione fittizia e illecita concorrenza: assolto Cesarano jr, figlio del re dei funerali

Martedì 5 Luglio 2022 di Ferdinando Bocchetti
Intestazione fittizia e illecita concorrenza: assolto Cesarano jr, figlio del re dei funerali

Assoluzione (con il rito abbreviato) per Ciro Cesarano, figlio di Alfonso, defunto re delle pompe funebri dell'area flegrea ritenuto contiguo al clan Polverino di Marano. Cesarano junior era accusato di intestazione fittizia aggravata dal metodo mafioso, illecita concorrenza e di aver aggirato i provvedimenti emessi alcuni anni fa dalla prefettura di Napoli. Il prefetto aveva infatti fermato la sua azienda - La Fenice - con una interdittiva antimafia. 

Cesarano, difeso dagli avvocati Luigi Senese e Fabio Segreti, aveva - secondo l'accusa - utilizzato ditte di comodo per aggirare i provvedimenti della prefettura e bypassare le interdittive. Molte aziende, alla luce di quella inchiesta condotta dai carabinieri di Marano, furono sequestrate dalla Procura di Napoli. Ad assolvere Cesarano il gip Girardi in forza al tribunale di Napoli.

Ultimo aggiornamento: 20:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA