Pesca illegale, sequestrati a Ischia due chilometri di rete killer

La Guardia Costiera di Ischia, durante un’attività di controllo in mare, ha proceduto al sequestro di oltre 2 km di rete da pesca illegale rinvenuta a bordo di un peschereccio al rientro dalla battuta di pesca notturna. L’attività è stata svolta nell’ambito dei controlli in materia di pesca marittima coordinati dal Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Napoli, agli ordini dell’ammiraglio Pietro Vella.

Il controllo, durato diverse ore, ha consentito di accertare che il peschereccio aveva utilizzato una tipologia di rete vietata in quanto strumento di pesca non selettivo che costituisce anche un pericolo per specie protette quali le tartarughe, che spesso rimango impigliate in tali attrezzi da pesca illegali. Insieme alla rete sono stati sottoposti a sequestro anche 25 esemplari di tonno alalunga, per un totale di 220 kg di prodotto pescati illegalmente e, oltretutto, non correttamente dichiarati allo sbarco.

Le attività di controllo nel campo della pesca marittima continueranno da parte della Guardia Costiera al fine di assicurare la massima tutela dei consumatori ed il rispetto delle norme per la salvaguardia delle specie ittiche e dell’ecosistema marino. 
Giovedì 6 Giugno 2019, 18:33 - Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 07:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP